Strisce pedonali: ecco il Grande Fratello

A Castel Bolognese e a Bolzano si sperimenterà da questa estate il telecontrollo dei passaggi pedonali

2 aprile 2014 - 9:00

Scordatevi le multe elettroniche al semaforo; qui si va oltre: sanzioni alle auto che non rispettano i pedoni. Per ora, è solo una sperimentazione, che partirà quest'estate e durerà sei mesi, ma potrebbe anche divenire realtà, a beneficio della sicurezza degli utenti deboli della strada. Come riporta faenza24ore.it, a Castel Bolognese e a Bolzano si sperimenterà da questa estate il telecontrollo dei passaggi pedonali. Lo hanno annunciato il sindaco di Castel Bolognese Daniele Bambi assieme ai responsabili della polizia locale associata e all'onorevole Alberto Pagani, componente della commissione trasporti della Camera. “I troppi incidenti occorsi sulla vie Emilia a danno dei pedoni ci hanno costretto a tentare nuove misure di prevenzione”, ha spiegato il primo cittadino castellano.

UNA SCOMMESSA – “A tavolino il telecontrollo automatico dei passaggi pedonali, tecnologia che installeremo a Castel bolognese per un periodo di sperimentazione di sei mesi a partire dall'estate, è sicuramente una scommessa al buio – ha spiegato Stefano Manzelli di poliziamunicipale.it – perché il Codice della strada sull'argomento ha ampi margini di ambiguità normativa. La scesa in campo di una ditta di Bolzano, con supporto tecnico dell'Università di Padova, che ci ha proposto la sperimentazione gratuita di questo prototipo ci è sembrata una buona occasione per approfondire la vicenda”. Il dispositivo verrà installato sulla via Emilia nel passaggio pedonale presente nelle vicinanze del Conad in direzione Faenza: al momento non sarà operativo. Il sistema farà partire multe solo nel momento in cui ci sarà in loco la presenza dei vigili, per evitare qualsiasi tipo di contestazione. L'intervento sarà effettuato a totale costo della ditta altoatesina che ha ottenuto il definitivo via libera alla sperimentazione grazie all'impegno del Comune di Castel bolognese e dello stesso Pagani sempre sensibili alla tutela degli utenti più deboli della strada. In prossimità del passaggio pedonale telecontrollato saranno installati segnali ad hoc.

COME FUNZIONA – Il sistema, scrive ilrestodelcarlino.it, si compone di un sensore che, azionato da ogni pedone intento ad attraversare, dialogherà con due telecamere posizionate ai lati della carreggiata e in grado di monitorare entrambe le direzioni di marcia sulla via Emilia. Se la distanza fra veicolo in transito e pedone sarà inferiore a 20 metri, l'apparecchiatura inizierà a registrare. Rilevando anomalie, un agente, collegato al sistema con un controllo remoto, sarebbe in grado di sanzionare il conducente del veicolo indisciplinato. Se questo sistema, in futuro, potesse servire a limitare la strage dei pedoni in Italia, sarebbe il benvenuto. Purché si rispettino tutte le disposizioni del Codice della strada, incluse le dovute segnalazioni agli automobilisti, e purché non sia uno strumento atto solo a fare cassa, anziché a far calare i sinistri.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Cassazione riconsegna auto difettosa

Cassazione: riconsegna auto difettosa, va valutata la perdita di valore

Un minorenne può guidare l'auto per stato di necessità

Un minorenne può guidare l’auto per stato di necessità?

Chiamata di emergenza eCall: i sistemi di serie rallentano i soccorsi