Stragi del sabato sera: Emilia-Romagna al primo posto per mortalità

Contro le stragi del sabato sera che continuano a mietere vittime, la Cooperativa sociale Eicas Onlus organizza a Cesena una giornata sul tema "Un Week end lungo una Vita" per sensibilizzare i ...

14 maggio 2010 - 18:38

Contro le stragi del sabato sera che continuano a mietere vittime, la Cooperativa sociale Eicas Onlus organizza a Cesena una giornata sul tema “Un Week end lungo una Vita” per sensibilizzare i giovani nei confronti dell'alcol, dei rischi della guida in stato di ebrezza, della tragedia che si consuma quotidianamente sulle strade, con dati di incidentalità che fanno pensare a bollettini di guerra. L'Emilia-Romagna è al primo posto in Italia per mortalità sulle strade.

L'Emilia-Romagna “offre”, per così dire, all'incirca il 13% di tutti gli incidenti stradali nazionali, collocandosi nei primi anni del nuovo millennio, al primo posto per mortalità, nonostante si tratti di una delle realtà europee più evolute, sia come contesto sociale che come organizzazione dei sistemi di assistenza al cittadino. Dagli anni ‘50 sino ai giorni nostri il numero assoluto di incidenti stradali nelle province romagnole è in continua crescita, con valori più alti rispetto alla media regionale, benché si osservi una riduzione del trend se si rapportano gli incidenti all'aumento dei flussi di traffico e di popolazione registrati: nel periodo 1998-2007 nelle province romagnole, gli incidenti sono cresciuti, passando da 8.124 a 8.402, i feriti da 11.331 a 11.455, mentre risulta essere calato fortunatamente il numero di morti, da 297 a 203, il che è con tutta probabilità motivato dalla grande organizzazione che in Emilia Romagna ha assunto nel corso degli anni il sistema di Emergenza sanitaria, 118 e Trauma Center.

L'abuso alcolico è considerato una delle cause più frequenti di incidenti e di mortalità stradale: un terzo della mortalità su strada è provocata dalla guida in stato di ebbrezza. Percentuale, questa, che sale a circa il 40% se si contestualizza il problema alla popolazione giovanile sotto i 30 anni di età. La guida in stato di ebbrezza costituisce un problema diffuso in modo preoccupante anche nella provincia di Forlì-Cesena, e purtroppo è accompagnata a una percezione limitata dei rischi associati all'alcol.

La Cooperativa Elcas Onlus di Forlì che si occupa di Trasporti sanitari protetti a mezzo di ambulanza, nell'ambito della sua attività, è purtroppo quotidianamente a contatto con giovani vittime di incidenti stradali o che a causa di tali incidenti sono costretti a vivere con patologie permanenti, come la perdita degli arti inferiori o superiori. Quest'anno l'appuntamento è a Cesena sabato 15 maggio alle ore 9,30 al centro residenziale della Cils in via Boscone, con un un'occasione anche per presentare alcuni dei dati emersi dal monitoraggio effettuato.

Vinci una capitale europea

Oltre al progetto di sensibilizzazione promosso con il convegno ” Un Week-end lungo una vita”, la Cooperativa Sociale E.L.C.A.S. Onlus ha organizzato il concorso ” Vola con un soffio” grazie anche alla collaborazione dell'Aeroporto di Forlì.

I ragazzi, che, dopo aver effettuato gratuitamente e spontaneamente il test fuori da alcuni locali nel Cesena, hanno il tasso alcolemico nel rispetto dei parametri definiti per legge, possono partecipare all'estrazione di un biglietto aereo di A/R presso una delle più belle località europee (Barcellona, Praga , Amsterdam).

fonte – romagnaoggi.it

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Come viaggiare in Fase 3

Come viaggiare in Fase 3: le novità del DPCM 14/7/2020

Cinture di sicurezza

Le cinture di sicurezza salvano più vite di altri sistemi in auto

Auto usate più vendute nel 2020: la classifica per Regione