Nel video ENI sullo scontone benzina, il passeggero posteriore non indossa la cintura di sicurezza: una brutta dimenticanza

20 giugno 2012 - 6:00

È solo una svista, ma di quelle pesanti, visto che l'iniziativa ha avuto una forte eco nel nostro Paese: nel video ENI sullo scontone benzina, il passeggero posteriore (l'attore Rocco Papaleo) non indossa la cintura di sicurezza. Eppure l'obbligo di Legge vale per tutti, pure per chi sta dietro.

DI CHE SI TRATTA – È vero che l'auto è ferma quando Papaleo è a bordo, ma si poteva mandare un messaggio positivo mostrando il passeggero posteriore correttamente allacciato. Peccato, perché in questo senso (come già accaduto in passato con altri spot di altre aziende) è stata persa un'ulteriore occasione: ci auguriamo che ENI possa rimediare con un altro spot sul suo scontone. Ricordiamo che ogni weekend Eni riduce i prezzi dei carburanti per l'estate degli italiani: dal 16 giugno al 2 settembre, abbassa il prezzo della benzina e del gasolio per tutti i consumatori che faranno rifornimento in modalità iperself (ovvero in maniera autonoma) dopo aver effettuato il pagamento mediante gli appositi accettatori di banconote e bancomat. La benzina costerà 1,6 euro e il gasolio 1,5, anche se come SicurAUTO ha dimostrato si sono formate lunghe code alle pompe, mentre la concorrenza (e questo è ovviamente un bene per il consumatore) si sta adeguando.

NON SOLO ENI – A trascurare la cintura del passeggero posteriore non è solo ENI: anche la Polizia stradale non sempre è attentissima in materia, visto che in passato s'è occupata del problema solo per una settimana (vedi qui), anziché punire 365 giorni l'anno queste infrazioni che alla fine ci costano, in termini di costi sociali, centinaia di milioni di euro all'anno. Talvolta qualche agente è stato colto in video senza cintura (vedi qui e qui). E pure “il buon Fabio” (in coppia con Mingo, testimonial per la sicurezza stradale…) di Striscia la Notizia è apparso dietro, sul divano dell'auto, senza cintura allacciata. Comunque Mingo, con la consueta simpatia e disponibilità, una volta che gli si era fatto notare del problema cintura in un video, ci aveva così risposto: “M'impegno sin da oggi affinché nei prossimi servizi tutte le persone riprese siano sempre con le cinture allacciate e posizionate in maniera corretta” (cosa avvenuta solo una volta e di recente). Infine, occhio alle multe da Codice della strada (articolo 172), fissate in 76 euro e taglio di cinque punti della patente per il guidatore (solo 76 euro per i passeggeri anche se patentati e niente decurtazione punti, nemmeno per il guidatore).

3 commenti

luca
21:44, 23 giugno 2012

Credo che sia la classica mentalità italiana: quanti film telefim nostrani si vedono persone che non allacciano le cinture di sicurezza, guidano parlando al celllulare.
Diverso è il caso delle produzioni Usa dove si vede sempre ad indossare la cintura di sicurezza (persino nei cartoni animati), ad es. la serie Chips, fine anni '70 si sentono dire frasi del tipo “avendo indossato la cintura di sicurezza non si è fatta nulla oppure se avesse avuto…..

john
3:55, 1 luglio 2012

ma perche dovete sempre puntare il dito sulle forze dell'ordine dio santo, non è fatto obbligo indossarle proprio per il tipo di servizio operativo che svolgono…miseria ladra non capisco se quella testa che avete è dura o semplicemente vuota. Vi invito a rileggere questo commento, pubblicato nel vostro articolo del 22 marzo 2010, nel quale l'Agente spiega bene ciò che ancora non riuscite a capire, ( e non a caso non vi scusate e non fornite nemmeno una risposta…come dire…meglio far finta di nulla e godersi la beata ignoranza? Mah) http://www.sicurauto.it/news/servizio-di-report-sulla-sicurezza-stradale-ma-lagente-e-senza-cinture.html

Ecco l'articolo…

“Dunque gentile ed attento teleascoltatore le faccio presente 2 cose:
1)il servizio di emergenza delle Forze di Polizia non é, come ignorantemente si crede, quello svolto esclusivamente con i dispositivi accesi (sirena + lampeggiante) ma comprende una tipologia di servizio ad alto rischio e di pronto intervento che per tutto l'arco orario del suo impiego è considerato “emergenza”. In ambito autostradale ad esempio è così, ergo ne consegue che gli operatori NON abbiano per legge l'obbligo di indossare le cinture di sicurezza, ripeto l'obbligo, così vale anche per altre norme come ad esempio il telefono. Sottolineo obbligo perchè poi è scelta personale se indossarle o meno (ovviamente tutte le Forze dell'Ordine sensibilizzano a riguardo per tutelare la sicurezza degli operatori) e sulla loro utilità in servizio di pattuglia avremmo molto da dire ma non è questa la sede di emettere giudizi sulla bontà o meno di un compartamento comunque lecito non trattandosi dunque di una palese infrazione ad una legge dello stato.
2)Mi collego a quanto appena detto per sottolineare come troppo spesso chi non è del settore giudica e non conosce realtà operative stressanti e dure e vede in una cintura non messa (con sicuro grave rischio per chi non lo fa) una infrazione (che in realtà non c'è) e non pensa che quella cintura non messa permette agli operatori di effettuare manovre repentine che altrimenti una cintura impedirebbe. Proprio in autostrada accadono eventi rischiosi all'improvviso e determinano scelte di millesimi di secondi da parte di operatori che, esponendosi a gravi rischi, salvano vite magari togliendo al volo ed in movimento oggetti che potrebbero provocare gravi incidenti a causa del loro investimento.
Cosa voglio dire in sostanza, prima di criticare un poliziotto o un carabiniere perchè non indossa le cinture pensiamo al perchè magari non lo fà e non crediamo che sia sempre mera pigrizia o negligenza, non crediamo che la sirena la si usi per saltare le code e bere il caffè!La realtà operativa è complessa ed ai più ignota quindi prima di giudicare pensare è necessario conoscere, dopo vent'anni di volante accetto consigli, dopo anni di radiomobile prendo in considerazione osservazioni operative, dopo una vita di autostrada ascolto…altrimenti ognuno faccia il suo lavoro e ritengo che le Forze di Polizia lo facciano veramente bene.
Ricordiamoci inoltre che le Forze dell'Ordine hanno un bersaglio sulla macchina e sulla schiena di ogni Agente/Carabiniere perciò saltare fuori dalla macchina al volo per rispondere ad una minaccia, come in un conflitto a fuoco, potrebbe voler dire salvare vite e salvarsi la vita. Provate a farlo con la cintura!
Comunque apprezzo la stima per le FFOO ma ammonisco affinchè che un certo tipo di risentimento sociale non diventi lo spunto per polemiche poco costruttive.
Grazie ONORE ALLE FORZE DELL'ORDINE ITALIANE.”

Redazione
10:16, 5 luglio 2012

Gentile lettore,
comprendo che in Italia quando si toccano i “diritti” di qualsiasi categoria si alzano degli scudi (siamo pieni di Caste). Tuttavia avendo tantissimi amici nelle forze dell'ordine e conoscendo abbastanza bene l'ambiente devo dissentire dal suo commento.

La invito a leggere ciò che il Ministero (lo Stato) ha ribadito tempo fa con una circolare:

Ministero: le forze di polizia devono usare le cinture di sicurezza e dare il buon esempio

Infine mi chiedo: perchè gli agenti in USA e in altri paesi usano regolarmente la cintura di sicurezza? Proprio nelli States dove le sparatorie sono all'ordine del giorno (in Italia non mi sembra che ci sia un rischio minimamente paragonabile, almeno le statistiche dicono questo). Sono due le cose: o si ammette che gli agenti USA sono molto più bravi di quelli italiani: o loro sono tutti dei pirla che mettono a rischio la loro vita allacciando le cinture di sicurezza…

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Consiglio acquisto utilitaria: budget fino a 10.000 euro

Ciclisti più spericolati degli automobilisti? Uno studio spiega perché

Cassazione: omicidio stradale, l’imprudenza altrui non è un’attenuante