Sicurezza stradalle, ACI-ISPO: il 30% degli incidenti coinvolge neopatentati

Sicurezza stradalle, ACI-ISPO: il 30% degli incidenti coinvolge neopatentati Il 30% degli incidenti stradali coinvolge un neopatentato e tra i giovani fino a 24 anni il 42% ammette di distrarsi spesso al volante

Il 30% degli incidenti stradali coinvolge un neopatentato e tra i giovani fino a 24 anni il 42% ammette di distrarsi spesso al volante, il 66% non sa come affrontare situazioni critiche, 4 su 10...

17 Luglio 2010 - 08:07

Il 30% degli incidenti stradali coinvolge un neopatentato e tra i giovani fino a 24 anni il 42% ammette di distrarsi spesso al volante, il 66% non sa come affrontare situazioni critiche, 4 su 10 guidano troppo veloce.

E' il quadro che emerge da un'indagine Aci-Ispo, presentata oggi. Incertezze, quelle dei giovani neopatentati, che si riflettono specularmente nelle ansie dei genitori, per cui a fronte di un 63% di neopatentati a cui e' concesso guidare autonomamente, c'e' un 46% a cui e' permesso l'uso dell'auto solo per tempi e distanze limitate e un 16% che pur avendo conseguito la patente, puo' impugnare il volante solo affiancato da un genitore. Gli incidenti stradali restano, tra l'altro, come confermato ormai da molte statistiche, la prima causa di morte per gli under 24.

Dati che confermano la necessita' di una migliore formazione nella scuola guida, con piu' spazio dedicato alla pratica. Un'esigenza sottolineata anche dal 94% del campione interpellato dal sondaggio. Per migliorare la preparazione alla guida, l'Aci ha messo a punto un nuovo metodo d'insegnamento innovativo che utilizza le tecnologie piu' avanzate: simulatori di guida virtuale, pc touch screen interattivi e prove di guida sicura con Abs e Asr. Si tratta del progetto 'Ready2Go', il network delle autoscuole dell'Aci, al quale aderisce la Polizia di Stato con un protocollo d'intesa. Il nuovo modulo e' gia' in sperimentazione nelle sedi pilota di Roma, Genova, Como, Modena, Parma, Ancona, Bergamo, Verona e Caserta e si estendera' a tutte le province entro il 2011 con la collaborazione degli operatori privati del settore. Chi frequentera' Ready2Go – specifica l'Aci – ricevera' il pacchetto formativo aggiuntivo senza costi ulteriori rispetto alle tariffe medie praticate in Italia. Il neopatentato sara' poi seguito per tre anni con proposte di aggiornamento continuo

fonte – clandestinoweb.com

Commenta con la tua opinione

X