SICUREZZA STRADALE:IL CODACONS DENUNCIA MINISTRO DEI TRASPORTI

(AGI) - Roma, 7 gen. - Il Codacons denuncia il ministro dei Trasporti, i prefetti e la polizia stradale per attentato alla sicurezza dei trasporti e chiede al ministro di utilizzare i tutor per...

7 gennaio 2009 - 18:07

(AGI) – Roma, 7 gen. – Il Codacons denuncia il ministro dei Trasporti, i prefetti e la polizia stradale per attentato alla sicurezza dei trasporti e chiede al ministro di utilizzare i tutor per rilevare le fotografie delle targhe di tir che entrano in autostrada la domenica. Nella denuncia si chiede di accertare se i tir presenti in autostrada domenica scorsa (4 gennaio) e ieri, giorno della Befana, erano autorizzati a circolare e da quale prefetto. L’associazione chiede di procedere per attentato alla sicurezza dei trasporti contro il ministro dei Trasporti, “colpevole di avere concesso troppe possibilita’ di deroghe, contro i prefetti che le hanno rilasciate e contro gli autisti e le ditte proprietarie dei tir”. Si chiede anche di accertare quanti tir siano stati fermati e sanzionati dalla polizia stradale sulla A3 e sulla A1 tra Reggio Calabria e Roma dalle ore 9 alle 13 del 6 gennaio, chiedendo di verificare chi era in servizio di pattuglia su quelle tratte e cosa sia stato fatto per garantire la sicurezza stradale. L’associazione, infine, chiede al ministero dei Trasporti di prevedere l’utilizzo del sistema Tutor per fotografare le targhe dei mezzi pesanti che entrano in autostrada la domenica e nei giorni di divieto di circolazione. La domenica e i giorni festivi, infatti, la circolazione dei tir e’ vietata su tutta la rete stradale e autostradale. Ma il Ministero ogni anno, nel redigere il calendario dei divieti, concede la possibilita’ ai prefetti di accordare deroghe assurde come trasporto biancheria intima, trasporto materiale da spettacolo. Gli ispettori del Codacons, comunica in una nota l’associazione, si sono sparsi sulle autostrade per rilevare le violazioni. Impressionante la condizione di illegalita’ della A1 e della Napoli-Caserta, dice il Codacons. Uno dei capitoli della corposa denuncia inviata alle Procure della Repubblica di Sala Consilina, Salerno, Caserta, Napoli, Frosinone, Cassino e Roma e delle province siciliane riguarda le centinaia di tir (per il Codacons ne sono calcolati migliaia in divieto nelle due giornate festive) che provenienti dal sud (Sicilia, Calabria, Campania) hanno viaggiato verso Roma incuranti del divieto. Centinaia le targhe rilevate, fotografate e segnalate alle Procure. (AGI)

Red/Cau

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Citroën cambia Brand Identity: nuovo logo dal 2023

Test gomme invernali 2022 – 2023

Multa per parcheggio vicino a incrocio: quanto si paga?