Sicurezza stradale: udito alla guida

Quando ci si trova alla guida della propria automobile sarebbe ideale non avere alcun problema fisico così da poter rispondere in modo ottimale alle sollecitazioni della nostra vettura e ...

14 luglio 2010 - 8:49

Quando ci si trova alla guida della propria automobile sarebbe ideale non avere alcun problema fisico così da poter rispondere in modo ottimale alle sollecitazioni della nostra vettura e degli imprevisti del traffico o del manto stradale. Ad ogni modo uno dei grandi problemi degli italiani è l'udito: secondo una statistica infatti un italiano su dieci non ci sente bene.

Si capisce bene che avere dei problemi di udito mentre ci si trova alla guida del proprio mezzo potrebbe significare un rischio per la propria incolumità e quella degli altri.

I problemi di udito riguardano soprattutto coloro che hanno superato i cinquant'anni di età. Normalmente si percepiscono suoni tra i 12.8 e i 25 decibel, ma, secondo gli esperti, chi si trova tra i 55 e i 65 anni, ha bisogno di stimoli uditivi più forti, tra i 22.5 e i 58 decibel.

Come ben sapete per ottenere la patente B bisogna avere dei determinati requisiti sensoriali per quello che riguarda l'udito e la vista. Per il primo occorre sentire una voce di una normale conversazione a due metri di distanza, mentre per la vista sono necessari dieci decimi, raggiungibili grazie anche a lenti correttive.

Se sospettate che il vostro udito faccia i capricci provate a metterlo alla prova prima di andare da un medico: durante la guida azionate gli indicatori di direzione, sentite il rumore che fanno? Riuscite a sentire distintamente il suono della sirena di un'ambulanza? Avete mai il timore di trovarvi in una “bolla” e sentite tutto “ovattato”? Se alle prime due domande avete risposto “si” e alla terza “no” non preoccupatevi, ci sentite bene, altrimenti chiamate uno specialista.

fonte – automobili10.it

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Misure antismog Emilia-Romagna

Emilia-Romagna: stop diesel Euro 3 dall’1 ottobre 2022 (ed Euro 4 nel 2023)

Move-in Milano: come chiedere la deroga per gli accessi in Area B

Lo Psicologo del Traffico 15 anni dopo: chimera o realtà?