Sicurezza stradale, tra le proposte in Senato anche il divieto di fumare e inviare sms per chi guida

In autostrada fino a 160 chilometri all'ora, ma divietodi fumare in auto e anche di inviare sms con il cellulare durante lamarcia. Sono alcune tra le nuove proposte contenute nei circa...

10 dicembre 2009 - 16:40

In autostrada fino a 160 chilometri all'ora, ma divietodi fumare in auto e anche di inviare sms con il cellulare durante lamarcia. Sono alcune tra le nuove proposte contenute nei circa 400emendamenti alla riforma del codice della strada all'esame del Senato.Dovrebbe saltare, invece, il divieto per i locali pubblici di venderealcolici dopo le due di notte; mentre presto anche gli autisti degliautobus potrebbero “applicare sanzioni” per il divieto di sosta ol'accesso nelle corsie riservate.

160 all'ora – Sui limiti di velocità ilPdl “sorpassa” la Lega e, con un emendamento del senatore Cosimo Izzoche apre ai 160 all'ora, scavalca la proposta dei 150 km/h avanzata dalCarroccio la scorsa settimana e che ha dato il via a un animatodibattito al quale ha partecipato anche il ministro per leInfrastrutture, Altero Matteoli. A differenza della proposta dellaLega, però, quella del Pdl lascia la possibilità all'ente gestoredell'autostrada di innalzare i limiti e non obbliga a farlo.

Niente fumo – Sarà quasi certamentevietato il fumo in auto. Il divieto era stato in un primo momentoaccantonato, dopo che la Lega lo aveva proposto, ma sulla propostaconvergono tutti i gruppi in commissione e lo stesso relatore, AngeloCicolani del Pdl, è ottimista sulla sua approvazione. Non dovrebbepassare però “l'aggravante” del fumo in presenza di minori.

Stop a sms, mms, e-mail al volante -Accordo anche sul divieto di inviare e leggere sms, mms e e-maildurante la guida. Il Pdl ha proposto due emendamenti a riguardo e laLega ha proposto un ordine del giorno sul tema. La logica è limitarecause di distrazione mentre si è al volante.

Alcol, ok alla vendita dopo le due di notte – Dueemendamenti del Pdl modificano, invece, la norma sul divieto di venditadi alcolici da parte dei locali pubblici dopo le due di notte. Ilsenatore Alessio Butti propone una deroga fino alle 5 “in relazioneagli usi e le consuetudini locali” ma che tengano conto del numero diincidenti mortali nel territorio provinciale e per una durata limitata.Il senatore Cosimo Gallo propone, invece, una deroga fino alle tre.Anche in questo caso sono previsti criteri restrittivi e si obbligano igestori a fornire gratuitamente, a chi frequenta i locali, 'precursori'per la rilevazione del tasso alcolemico.

Multe anche dagli autisti degli bus -Se dovessero passare alcuni emendamenti del Pdl, infine, presto anche idipendenti delle aziende di trasporto pubblico e delle aziende chegestiscono parcheggi e aree di sosta potranno essere autorizzati aapplicare sanzioni. Un emendamento al ddl prevede, infatti, che iComuni possano “conferire la qualifica” per “accertare, contestare eapplicare le sanzioni accessorie delle violazioni” di: “divieto disosta e fermata”;” gestione dei parcheggi e collaborazione” per il”recupero delle evasioni tariffarie e dei mancati pagamenti”;”disciplina della circolazione nelle strade e nelle corsie riservate”;”disciplina e controllo degli accessi e della circolazione nelle areepedonali o zone a traffico limitato”

Fonte

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Citroën cambia Brand Identity: nuovo logo dal 2023

Test gomme invernali 2022 – 2023

Multa per parcheggio vicino a incrocio: quanto si paga?