Sicurezza stradale: Il 15% degli incidenti è riconducibile al fumo

Dopo la bocciatura giunta dal Senato all'emendamento che prevedeva di vietare il fumo alla guida delle autovetture, il Codacons si appella alla Camera dei Deputati, chiamata a esaminare il ddl ...

17 maggio 2010 - 10:08

Il Codacons chiede alla Camera il divieto di fumare in auto

Dopo la bocciatura giunta dal Senato all'emendamento che prevedeva di vietare il fumo alla guida delle autovetture, il Codacons si appella alla Camera dei Deputati, chiamata a esaminare il ddl sulla sicurezza stradale.

L'associazione chiede in particolare di introdurre il divieto di fumo all'interno delle automobili, come forma di tutela della salute e di prevenzione degli incidenti.

Fumare una sigaretta alla guida di una vettura, aumenta il rischio di incidenti e può rappresentare un pericolo per il guidatore, i passeggeri e per l'incolumità degli utenti della strada. Si stima infatti che il 15% degli incidenti stradali dovuti a distrazione sia riconducibile proprio al fumo di sigaretta – spiega il Codacons.

Ma l'associazione annuncia iniziative anche a favore dei fumatori che non riescono a perdere il vizio. “Abbiamo in cantiere un innovativo progetto dedicato a coloro che non riescono a smettere di fumare a causa della dipendenza da nicotina, progetto i cui dettagli verranno svelati nei prossimi giorni” – afferma il presidente Codacons, Carlo Rienzi.

Intanto domenica prossima, nella consueta rubrica settimanale “I consigli dell'Avv. Rienzi”, in onda alle 7:30 circa su Raiuno all'interno di “Unomattina Weekend”, sarà trattato proprio il tema del fumo, con interviste a all'On. Carlo Giovanardi, al dott. Giacomo Mangiaracina (Lega Italiana alla Lotta ai tumori), e al dott. Piergiorgio Zuccaro (Istituto Superiore di Sanità).

fonte – newsfood.com

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Cupra Born elettrica al top nelle prove di Green NCAP

Sciopero 10 ottobre 2022

Sciopero 10 ottobre 2022 trasporto pubblico: orari e fasce garantite

Giovani al volante: perché non rispettano le regole?