Sicurezza stradale e ricordo delle vittime. E' il quinto Motor Fest Memorial Failla a Ragusa

Con questo momento di confronto vogliamo ricordare tutte le vittime della strada, sensibilizzando la nostra comunità a porre attenzione a tutti quei sistemi di sicurezza che possono...

5 luglio 2010 - 9:01

Siracusa – “Con questo momento di confronto vogliamo ricordare tutte le vittime della strada, sensibilizzando la nostra comunità a porre attenzione a tutti quei sistemi di sicurezza che possono ridurre i rischi di incidente e la mortalità”. E' questo il commento di Peppe Failla, organizzatore del Motor Fest 5° Memorial “Salvo Failla”, rilasciato ieri in occasione della presentazione della manifestazione che si è tenuta alla sala Costanza Bruno della Provincia regionale di Siracusa.

Manifestazione insolita, lontana dai tradizionali raduni o appuntamenti motociclistici, il memorial Salvo Failla, che avrà luogo oggi e domani a Floridia, nasce con l'intento di promuovere la sicurezza stradale soprattutto tra le nuove generazioni. Ad aprire i lavori sono stati i saluti del questore di Siracusa, Domenico Percolla, che si è complimentato per la sensibilità manifestata dagli organizzatori, e dell'assessore alle Politiche scolastiche del Comune di Siracusa, Bruno Maltese, che ha voluto sottolineare l'importanza dell'iniziativa.

A fare gli onori di casa, il presidente del Consiglio provinciale, Michele Mangiafico. “Ci siamo battuti in questi anni di attività consiliare” ha detto Mangiafico, “affinché l'Amministrazione attiva andasse nella direzione della sicurezza stradale, attraverso interventi sui punti critici della viabilità provinciale dove accadono il maggior numero di incidenti, ma non è mai abbastanza ciò che si fa e la Provincia non deve abbassare la guardia”.

Interessante intervento del responsabile dell'unità operativa complessa dell'Umberto I di Siracusa, Elino Attardi, che ha snocciolato alcuni dati per evidenziare da un lato come il notevole numero di “codici bianchi” renda meno facile attenzionare con la dovuta professionalità le situazioni più importanti e dall'altro come il mancato uso del casco o della cintura di sicurezza aumentino il rischio di gravi condizioni a seguito di un incidente, e del vice questore della polizia di Stato che opera a Caltanissetta, Maria Grazia Milli, che ha parlato del ruolo delicato delle forze dell'ordine e della necessità di aumentare le risorse a loro disposizione.

L'intervento più toccante, rivolto ai presenti familiari delle vittime della strada, quello della presidente nazionale dell'Associazione familiari vittime della strada, Giuseppa Cassaniti Mastrojeni. L'iniziativa continuerà oggi e domani nel villaggio sociale che sarà allestito in piazza caduti di Nassiriya a Floridia.

Fonte: Giornale di Siracusa

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Misure antismog Emilia-Romagna

Emilia-Romagna: stop diesel Euro 3 dall’1 ottobre 2022 (ed Euro 4 nel 2023)

Move-in Milano: come chiedere la deroga per gli accessi in Area B

Lo Psicologo del Traffico 15 anni dopo: chimera o realtà?