Sicurezza stradale. Cipe: piano nazionale a rischio, mancano risorse

Pubblicata in Gazzetta Ufficiale la delibera assunta dal Cipe lo scorso 13 maggio sui programmi di attuazione del Piano nazionale della sicurezza stradale. Poche le risorse stanziate.

4 gennaio 2011 - 18:51

Roma, 4 gen (Il Velino) – Pubblicata in Gazzetta Ufficiale la delibera assunta dal Cipe lo scorso 13 maggio sui programmi di attuazione del Piano nazionale della sicurezza stradale.

AVVANTAGGIATE LE REGIONI DEL NORD – Le risorse destinate al quinto programma (annualità 2009) sono pari a 31,35 milioni di euro in calo rispetto al programma precedente che per il 2008 aveva previsto risorse per 53 milioni. In base alla ripartizione le regioni del centro nord riceveranno il 74,75 per cento dei finanziamenti (21,9 milioni di euro) destinate prevalentemente a Lombardia, Lazio e Emilia Romagna. Alle otto regioni del Sud (comprese Abruzzo e Molise) circa il 25 per cento dei fondi.

IL CIPE LANCIA L'ALLARME – La delibera Cipe sottolinea come che le esigenze complessive del Piano nazionale sulla sicurezza stradale per pervenire ai livelli di sicurezza in linea con l?ue tra il 2001 e il 2009 avrebbe dovuto essere assistito da una dotazione finanziaria di 3,2 miliardi di euro “mentre sono stati stanziati solo 512 milioni pari al 15,6 per cento del totale. Nel triennio 2007-2009, a fronte di un impegno previsto di 1,6 miliardi, c'è stato un impegno effettivo di 141 milioni (8,4 per cento del totale) e per il biennio 2010-2011 non sono previsti stanziamenti. L'assenza di finanziamenti per l'attuazione del Piano nazionale per la sicurezza stradale – sottolinea il Cipe – provocherà una forte battuta d'arresto sull'attuale performance”

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Quanto costa parcheggiare a Malpensa?

Green NCAP, il tool per misurare l’efficienza auto: come funziona

Test e-Fuel e Biodiesel: quanto diminuiscono le emissioni auto?