Sicurezza stradale Bologna: analizzato il rapporto costi/benefici degli investimenti pubblici

L'assessore provinciale alla Viabilità, Sandro Mandini, ha illustrato oggi alla quarta commissione il nuovo regolamento di funzionamento della Consulta provinciale per la sicurezza stradale e ...

2 aprile 2010 - 10:45

L'assessore provinciale alla Viabilità, Sandro Mandini, ha illustrato oggi alla quarta commissione il nuovo regolamento di funzionamento della Consulta provinciale per la sicurezza stradale e i risultati emersi dall'analisi costi/benefici degli interventi realizzati sulle strade per migliorare la sicurezza stradale.

“Entrambi gli argomenti si inseriscono nelle attività messe in campo per migliorare la sicurezza stradale”, ha affermato l'assessore. “Il nuovo regolamento della Consulta è finalizzato al rilancio e potenziamento di questo importante organismo al quale vengono attribuiti nuovi compiti operativi per migliorarne le capacità propositive ed organizzative”.

“In applicazione dei principi del Piano Provinciale per la Sicurezza Stradale – ha proseguito Mandini – è stata elaborata l'analisi dei costi/benefici in termini di efficacia degli interventi di messa in sicurezza effettuati sulle strade provinciali. Considerando i costi sociali degli incidenti stradali – stimati a livello nazionale in circa 1.400.000 euro per ogni decesso ed in circa 74.000 euro per ogni persona ferita – si è stilato un “bilancio” dell'efficacia degli interventi effettuati sul territorio (modifica delle intersezioni, anche con la realizzazione di rotatorie, controllo della velocità, ecc..) confrontando le somme investite per l'esecuzione delle opere e le somme “risparmiate” a livello sociale per effetto della diminuzione dell'incidentalità.

“Dall'analisi – ha concluso l'assessore – sono emersi i rilevanti benefici degli investimenti di denaro pubblico nella sicurezza stradale, specie quando, come in questo caso, sono basati sulla conoscenza del fenomeno dell'incidentalità sulla rete stradale gestita, e sulla individuazione della graduatoria di priorità”.

fonte – sassuolo2000.it

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Frenata automatica: ancora molti limiti nei test AAA da 50 km/h

Ztl Roma orari mappa permessi

Ztl Roma oggi in centro: mappa e come funziona

Misure antismog Emilia-Romagna

Emilia-Romagna: stop diesel Euro 3 dall’1 ottobre 2022 (ed Euro 4 nel 2023)