Sicurezza stradale. Bianchi: “Rivedere la patente a punti e creare pene alternative”

Arriverà a breve un nuovo sistema per le patenti di guida con pene alternative previste per i pirati della strada. Queste alcune delle novità previste nell'atto di indirizzo sulla sicurezza...

14 marzo 2007 - 9:52

Arriverà a breve un nuovo sistema per le patenti di guida con pene alternative previste per i pirati della strada. Queste alcune delle novità previste nell'atto di indirizzo sulla sicurezza stradale presentato oggi, 7 marzo, dal ministro dei Trasporti, Alessandro Bianchi, ed approvato dal Consiglio dei Ministri. Tra le misure rapide, quindici indicazioni di immediata attuazione, vengono riviste le sanzioni, che verranno inasprite proporzionalmente alla pericolosità delle violazioni al codice della strada. Con questo criterio aumenterà la durata di sospensione della patente, si arriverà alla confisca del veicolo, ed a nuove “forme di pena alternative”, come l'obbligo a svolgere servizi di utilità sociale, ed in particolare “assistenza a vittime di incidenti stradali che siano rimasti inabili”.
Per le patenti verrà introdotto un “principio di gradualità, come previsto dalle direttive Ue”, che consentirà l'uso dei mezzi di trasporto più potenti e impegnativi attraverso esami per la patente progressivi e distanziati da periodi di esperienza.
È anche prevista una riorganizzazione del meccanismo dei punti, ed in particolare concentrando la loro perdita sui comportamenti di guida a elevato rischio e rivedendo i meccanismi di riassegnazione, con esami e valutazioni, e controlli più severi.
Il ministro Bianchi ha proposto, inoltre, che per le macchinette sia necessario avere la patente e che debba essere a punti, elevando il limite di età dai 14 ai 16 anni.

Sull'inasprimento delle sanzioni non è d'accordo il Codacons che chiede l'intensificazione dei controlli al posto delle “supermulte” che possono superare i 10mila euro. “Se nessuno controlla – fa sapere l'associazione – e l'automobilista si convince di poterla fare sempre franca, allora l'importo della multa non può certo diventare un deterrente. La patente a punti ha introdotto uno spauracchio molto più efficace, il rischio che sommando le infrazioni si resti senza patente”.

Fonti: Ansa, Codacons

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Passo carrabile

Voltura passo carrabile: come si richiede

Test Gomme Invernali 2020: 2 bocciati per lacune su asciutto

Auto incastrata in una strada stretta

Auto incastrata in una strada stretta: chi paga i danni?