Sicurezza stradale: Asaps dal Tutor 6,2 multe all'ora

Il sistema Tutor, il misuratore della velocità media in tratti di 10-15 km, attivato su diversi tratti autostradali (435,8 km della rete), è stato in funzione per 2.746 ore e ha accertato 17.086...

14 febbraio 2007 - 10:19

Il sistema Tutor, il misuratore della velocità media in tratti di 10-15 km, attivato su diversi tratti autostradali (435,8 km della rete), è stato in funzione per 2.746 ore e ha accertato 17.086 infrazioni per superamento dei limiti di velocità media, 6,2 ogni ora. I dati al 31 gennaio 2007 sono emersi nella riunione della Consulta per la sicurezza e la qualità dei servizi di Autostrade per l'Italia, di cui è componente anche l'Asaps, l'associazione sostenitori amici della Polstrada, che li ha diffusi.

I risultati rielaborati sono pubblicati sul portale dell'associazione Asaps che ha sviluppato l'analisi in una nota su due di questi tratti in Emilia Romagna: A14 sud Faenza-Forlì-Cesena nord (29,1 km); A13 sud Occhiobello (Rovigo)-Ferrara nord (7,2 km).
Nel tratto A14 le ore di attivazione da settembre 2006 sono state 468 in cui sono state accertate 2.401 infrazioni, 5,1 ogni ora, di cui 673 (28,1%) per la fascia di velocità rientrante entro i 10 km oltre il limite, 1.624 (67,6%) per la fascia tra i 10 e i 40 km/h in più, 104 (4,3%) oltre i 40 km/h rispetto al limite, che prevede una sanzione di 370 euro e la perdita di 10 punti sulla patente. Nel tratto A13 sud le ore di attivazione sono state 378 in cui sono state accertate 1.416 infrazioni, 3,7 ogni ora: 634 (44,8%) per la fascia entro i 10 km; 748 (52,8%) per quella tra i 10 e i 40 km/h, 34 (2,4%) oltre i 40 km/h.

Il presidente Giordano Biserni spiega che è difficile esprimere ancora un giudizio sull'efficacia del sistema in termini di sicurezza stradale, che è l'aspetto che interessa di più Asaps. Tuttavia nel tratto Faenza-Forlì-Cesena della A14 tra settembre e dicembre 2006 rispetto allo stesso periodo del 2005 si sono contati 25 incidenti in meno (-43,1%), 17 feriti in meno (-58,6%) e 3 morti in meno, in questo caso -100% in quanto nel 2006 non si è contata nessuna vittima rispetto alle 3 del 2005.
Nel tratto Occhiobello-Ferrara, molto più breve, il raffronto fra i due periodi è meno indicativo. Si sono contati 3 incidenti e un ferito in più. L'anno precedente non si erano contati feriti.

http://www.modena2000.it/modules.php?name=News&file=article&sid=50435

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Trasformare un'auto in elettrica

Trasformare un’auto in elettrica: in arrivo un bonus del Governo

Parabrezza montato male: cosa succede in caso d’incidente?

Codice della Strada

Codice della Strada: attenti alle ‘bufale’ in rete