Sicurezza attiva Volvo: ridotto del 50% il rischio di ferirsi in incidenti

Le auto Volvo premiate per la sicurezza aiutano a ridurre il rischio d'incidenti

27 agosto 2012 - 7:00

Perché le auto Volvo primeggiano nei più severi test di sicurezza indipendenti? Una spiegazione può venire dalla costantemente analisi del Costruttore sui dati relativi al traffico e agli incidenti in cui sono maggiormente coinvolti i veicoli. Sfruttando le informazioni acquisite per sviluppare le nuove tecnologie intorno ai fattori principali che possano garantire la totale sicurezza di chi siede in un'auto a marchio svedese, è emerso che “la percentuale di mortalità o il rischio di rimanere feriti con una Volvo è diminuita del 50% dal 2000 a oggi” come afferma Thomas Broberg, consulente per la sicurezza presso Volvo Car Corporation.

EuroFOT e IIHS – L'approccio di Volvo Car Corporation nella ricerca e lo sviluppo di innovativi sistemi di sicurezza attiva, ha acceso i consensi dell'IIHS (Insurance Institute for Highway Safety) che in una relazione ha dichiarato una riduzione del rischio di collisione fino al 22% grazie alla tecnologia City Safety. Uno studio realizzato dalla società svedese di Assicurazioni Volvia, ha mostrato che le vetture Volvo dotate di frenata automatica sono coinvolte nel 22% in meno dei tamponamenti rispetto alle auto della stessa fascia prive di freno automatico. Stesso encomio dalla relazione finale del progetto europeo EuroFOT, cui ha partecipato Volvo con XC70 e V70, che ha evidenziato quanto sia possibile ridurre i rischi di collisione del 42% con i sistemi cruise control adattivo e avviso di collisione.

ZERO RISCHI FUTURI – La ricerca Volvo prevede il miglioramento dei dispositivi esistenti e lo sviluppo di nuovi sistemi di sicurezza, come l'assistente di guida autonoma che utilizzerà i dati di telecamera e sensori radar per guidare in maniera autonoma l'auto, seguendo il veicolo che precede lentamente in coda o il sistema di rilevamento di animali, progettato per rilevare animali di grosse dimensioni, come alci o cervi, davanti all'auto e attivare automaticamente i freni in caso di necessità. “Il rischio di essere coinvolti in un incidente o di essere feriti in una Volvo si riduce continuamente con la ricerca. Continuiamo a muoverci verso la nostra direzione, che nessuno morirà o soffrirà di danni gravi in ??una nuova auto Volvo entro l'anno 2020”, conclude Thomas Broberg.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Acquisto auto nuova: per il 50% degli europei con un motore a combustione

Tesla usata: quanto dura la garanzia del Costruttore?

Assemblea Ania

Assemblea Ania: RC auto in calo del 5%, ma si può fare di più