Shell Eco Marathon 2018: gli studenti italiani salgono sul podio

Un’auto che fa oltre 200 km con un litro tra i prototipi realizzati dagli studenti italiani che hanno partecipato alla Shell Eco Marathon 2018

Shell Eco Marathon 2018: gli studenti italiani salgono sul podio
La 34°edizione della Shell Eco-Marathon Europe, la competizione in cui si sfidano ogni anno i prototipi più efficienti progettati e realizzati da studenti di diverse nazioni provenienti da 27 Paesi ha visto sul podio anche quest'anno dei ragazzi italiani. Il più importante progetto di educazione e formazione sulla mobilità sostenibile in cui si sfidano le auto che riescono a percorrere più strada consumando meno carnirante o energia quest'anno è stata ospitata a Londra. Ecco come è andata la Shell Eco Marathon 2018 che ha riunito 147 team su un circuito urbano di appena 1 km.

LA GARA A LONDRA

La Shell Eco Marathon 2018 di cui vi abbiamo parlato in anteprima ha ospitato oltre 15 mila visitatori tra studenti e appassionati di tecnologia e prototipi che hanno assistito alle gare dei veicoli futuristici ideati e collaudati nel corso degli ultimi 12 mesi da giovani aspiranti ingegneri. I 147 team, provenienti da 27 Paesi europei, hanno gareggiato su un circuito urbano di circa 1 Km presso il Queen Elizabeth Olympic Park per decretare il veicolo in grado di percorrere la maggior distanza possibile con l'equivalente di un litro di carburante o un kWh di energia.

GLI STUDENTI ITALIANI ALLA SHELL ECO MARATHON

I 6 team italiani che hanno partecipato alla Shell Eco Marathon 2018 sono composti da studenti provenienti da Emilia Romagna, Lombardia e Piemonte con 3 veicoli nella categoria Prototipi e 3 auto nella categoria Urban Concept. Il team H2politO - Molecole da corsa del Politecnico di Torino ha conquistato il 2° posto della categoria Prototipi alimentati a idrogeno con il veicolo "IDRAkronos" che ha registrato un consumo di 755 km/m3. Anche il team Zero C dell'Istituto Tecnico Industriale Leonardo da Vinci di Carpi è salito sul podio posizionandosi 3° nella categoria Prototipi alimentati a batteria elettrica. Con il veicolo "Escorpio Evo 2", gli studenti emiliani sono riusciti a imporsi su quasi 30 team concorrenti, ottenendo un risultato di 603 km/kWh.

UN'AUTO DA 226 KM AL LITRO

La categoria Urban Concept ha visto trionfare il team FAENZAitiRACING dell'Istituto d'Istruzione Superiore Tecnica Industriale Professionale L. Bucci di Faenza che si è classificato 3° grazie al veicolo "NOVA-Student" alimentato a gasolio (Diesel) che ha registrato 226 km/l. E ancora per la categoria Urban Concept, il team mecc-Edel Politecnico di Milano ha ottenuto il 5° posto con il veicolo a batteria elettrica"Daphne", che ha percorso 130 km/kWh. "Giunta ormai alla sua 34esima edizione, la Shell Eco-Marathon si conferma ancora una volta un progetto nel quale gli studenti italiani credono fortemente - commenta Valeria Contino, Responsabile Relazioni Esterne Shell Italia - e che li vede concentrare il proprio impegno verso il raggiungimento di obiettivi di efficienza energetica sempre più ambiziosi". Congratulazioni ai nostri ragazzi e a tutti i partecipanti della Shell Eco Marathon, arrivederci al prossimo anno!

Pubblicato in Attualità il 12 Luglio 2018 | Autore: Donato D'Ambrosi


Commenti

Cerca Crash Test Auto

Stai per acquistare un’auto? Controlla se è davvero sicura! Clicca e scopri