Senza pneumatici invernali sul ghiaccio? Niente risarcimento

Senza pneumatici invernali sul ghiaccio? Niente risarcimento Non ha diritto all'indennizzo l'automobilista che

Non ha diritto all'indennizzo l'automobilista che, senza pneumatici invernali, sbanda sulla strada ghiacciata: così la Cassazione

20 Marzo 2012 - 09:03

L'inverno è alle spalle, ma questa sentenza è un precedente prezioso: chi viaggia senza pneumatici invernali, e sbanda sul ghiaccio, non ha diritto al rimborso da parte del gestore della strada che ha preso ogni precauzione per rendere l'asfalto il meno scivoloso possibile: lo ha stabilito la Cassazione (terza sezione civile), con ordinanza 4251 del 22 febbraio 2012, pubblicata il 16 marzo.

ANAS INNOCENTE – Così la Corte suprema ha scagionato l'Anas da ogni accusa: è esclusa la sua responsabilità, perché in precedenza aveva attivato lo spargimento di sale. E invece è stato respinto il ricorso di un 45enne che, incurante dell'adozione degli adeguati pneumatici e viaggiando a velocità troppo elevata in rapporto al tipo di strada, ha sbandato sul ghiaccio.

TROPPI RISCHI – Il guidatore circolava alle sei del mattino, in stagione invernale, in località montuosa, quando era ampiamente prevedibile la formazione di ghiaccio sulla strada. La sentenza della Cassazione è in linea con la corte d'Appello dell'Aquila: secondo Piazza Cavour, il comportamento colposo dell'utente danneggiato ha escluso la responsabilità dell'ente.

NESSUNA CONTRADDIZIONE – Non è una sentenza che contraddice le precedenti, perché nelle altre situazioni esaminate il gestore era colpevole di omessa manutenzione: niente sale sulla strada, guard-rail inadeguato, cartelli mancanti, asfalto rovinato. In questa occasione, invece, l'Anas ha fatto tutto il possibile per evitare che si verificassero sinistri a causa della strada ghiacciata. Si badi bene che la sentenza riguarda una strada in cui non vigeva la prescrizione di montare gomme invernali né di avere a bordo catene da neve: la Cassazione s'è espressa a prescindere da un obbligo preciso a carico del guidatore, concentrando invece la propria attenzione sulla condotta di guida e sulla prudenza dell'automobilista.

Commenta con la tua opinione

X