Semaforo verde per Toyota: un sondaggio per capire dove ha sbagliato

Semaforo verde per Toyota: un sondaggio per capire dove ha sbagliato In questi giorni

In questi giorni, nella caselle di posta elettronica di numerosi giornalisti italiani ha fatto capolino un'inusuale e-mail proveniente da MY PR -- Behind Reputation, una società di consulenza...

22 Marzo 2010 - 11:03

In questi giorni, nella caselle di posta elettronica di numerosi giornalisti italiani ha fatto capolino un'inusuale e-mail proveniente da MY PR — Behind Reputation, una società di consulenza della quale si serve Toyota.

L'e-mail è in pratica un sondaggio attraverso il quale il costruttore nipponico intende chiedere il parere dei giornalisti sulla gestione dei recenti richiami che hanno interessato alcuni dei suoi modelli più noti e venduti, una vicenda che ha creato un certo scompiglio sia nel mondo della stampa, sia in quello dell'auto. Il sondaggio contiene una serie di domande assai mirate.

Per esempio: “Crede che Toyota abbia gestito in maniera adeguata il problema dei ritiri? (Sì-no-non so)” e “A seguito delle azioni per arginare il problema, come è risultata la reputazione di Toyota? (Danneggiata, inalterata, migliorata)”.

Non sono ancora noti i risultati dell'inchiesta, ma la società di consulenza ha dichiarato di volerli condividere con la comunità dei giornalisti. A nostra memoria, non ci risulta che altre case automobilistiche si siano servite addirittura di sondaggi-stampa in occasione dei richiami che hanno coinvolto i loro prodotti, un problema che certamente non investe solo Toyota.

Al di là degli esiti dell'iniziativa, e a prescindere da ogni considerazione sull'effettiva trasparenza con la quale la casa ha gestito il problema, ci sembra interessante sottolineare che Toyota appare estremamente “toccata” da una vicenda che ha messo in dubbio l'affidabilità delle sue vetture e anche ben determinata a recuperare l'eventuale danno all'immagine.

Quindi, la sua iniziativa è da accogliere positivamente, poiché lascia intuire che, in futuro, al quartier generale Toyota non verrà trascurato alcuno sforzo per rendere più affidabile e sicuro ciò che esce dalle catene di montaggio.

Commenta con la tua opinione

X