Semaforo giallo per Renault: prenotabili Fluence e Kangoo Express elettriche

Semaforo giallo per Renault: prenotabili Fluence e Kangoo Express elettriche Renault accelera sull'elettrico: da oggi è possibile preonotare la Fluence e la Kangoo Express in versione Z. E.

Renault accelera sull'elettrico: da oggi è possibile preonotare la Fluence e la Kangoo Express in versione Z. E., cioè alimentate esclusivamente a batteria.

19 Aprile 2010 - 09:04

La casa francese ha comunicato che i primi due modelli della sua futura gamma a trazione elettrica, la Fluence Z. E. e la Kangoo Express Z. E. (la sigla sta per “Zero Emission”) sono ora prenotabili in 35 Paesi, tra i quali l'Italia.

L'avvio della produzione in serie delle vetture, che saranno costruite rispettivamente nello stabilimento francese di Maubeuge e in quello turco di Bursa, è previsto per la prima metà dell'anno prossimo, ma la loro prenotazione è possibile già ora dal sito dedicato www.renault-ze.com.

La casa specifica che la prenotazione non obbliga all'effettivo acquisto, ma serve solo a inserire i potenziali clienti in una lista d'attesa prioritaria. In altre parole, probabilmente chi prenota ora la vettura se la vedrà consegnare prima di chi l'acquisterà dopo l'inizio dell'effettiva commercializzazione.

In più, la registrazione al sito (che a quanto pare equivale alla prenotazione stessa) consentirà agli utenti registrati di accedere a non meglio specificati “contenuti speciali, applicazioni e servizi esclusivi relativi alla mobilità elettrica”.

Insomma, sembra che l'iscrizione riserverà ai potenziali clienti solo vantaggi, senza però lo svantaggio di impegnarli ad acquistare ora “sulla fiducia” veicoli dei quali non sono ancora ben noti le caratteristiche di dettaglio, né tantomeno i punti deboli.

Tuttavia, certamente l'iniziativa è utilissima anche a Renault: la “lista” le permette di misurare il gradimento del pubblico verso queste particolari vetture, di calibrarne le quantità da produrre sulla base di un concreto interesse ad acquistarle e di affinare strategie di marketing e di comunicazione relative a un progetto rivoluzionario, ma che alcuni analisti giudicano anche un po' temerario.

Già, perché in Francia sono ben coscienti che le incognite e i rischi sono elevatissimi, soprattutto per chi, nell'auto, esplora con spirito da pioniere sentieri ancora poco battuti come quello della mobilità elettrica di massa.

Evidentemente a Parigi sanno che possono costar cari sia l'eccesso di prudenza che indusse i vertici Renault a sottostimare il successo della prima Mégane Scénic del 1996 (un errore che si trasformò in lunghe attese per averne un esemplare e nel licenziamento di qualche dirigente), sia l'eccessivo ottimismo che nel 2001 portò al debutto della meteora Avantime, che scomparve dai listini dopo soli due anni e appena 8.270 esemplari prodotti.

Commenta con la tua opinione

X