Se il giovane vive fuori dalla realtà, inseguiamolo su Second Life

Mentre la riforma del Codice della strada introduce la possibilità di esercitarsi in auto a 17 anni, c'è chi propone addirittura di alzare l'età minima per ottenere la patente. Una ...

3 agosto 2010 - 8:04

Mentre la riforma del Codice della strada introduce la possibilità di esercitarsi in auto a 17 anni, c'è chi propone addirittura di alzare l'età minima per ottenere la patente. Una provocazione fatta nella discussione organizzata su Second Life  dalla sezione di Maglie (Lecce) dell'Aifvs (Associazione familiari delle vittime della strada) e nata dalla considerazione che troppe volte, se cerchi di parlare di sicurezza a un giovane, vieni preso per extraterrestre. Poco da fare: i giovani si sentono immortali, poi la scarsa cultura della sicurezza trasmessa loro dagli adulti (“tanto, cosa vuoi che succeda su strada? e perché dovrebbe succedere proprio a me?”) fa il resto.

Le iniziative per cambiare le cose, però, ci sono. Il programma Icaro della Polizia stradale mira a scardinare il senso d'immortalità dei giovani con gli strumenti della psicologia e peccato non possa essere più diffuso. L'Aifvs di Maglie, invece, si è messa a parlare di sicurezza su Second Life, consapevole che ormai i giovani vivono più (o più volentieri) nella realtà virtuale e quindi è bene cercare di iniettare in essa gocce di vita reale. E poi dalla discussione dell'Aifvs è emerso pure che qualche gestore di discoteca si è mostrato sensibile sul tema dell'alcol, cosa che non è del tutto scontata. Speriamo…

fonte – mauriziocaprino.blog.ilsole24ore.com

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

E-fuel insufficienti: copriranno il 2% delle auto ICE nel 2035

Telepass per pagare il Traghetto Stretto di Messina: come funziona?

San Gottardo: non siamo pronti agli incendi di camion elettrici