Sconto multe 30%: in quanti modi si paga

Verbali ridotti del 30%: ecco le strade per pagare

23 agosto 2013 - 7:00

Fatta la nuova norma del Codice della strada, servono le circolari esplicative del ministero. La legge che ha introdotto le multe scontate del 30% non fa eccezione. Si tratta di una norma così delicata e complessa che ha dato il via a una lunga serie di circolari ministeriali e delle Polizie locali. A cercare di fare chiarezza sono anzitutto i Comuni, come quello di Milano, che elenca 3 casi specifici.

UN TRIS DI SITUAZIONI – Primo, in caso di verbale di contestazione (rilasciato direttamente al cittadino), l'agente di Polizia locale indicherà nelle note del verbale l'ammontare della somma già ridotta del 30%. Vi troverà scritto: “È consentito il pagamento di € …… entro 5 giorni, pari al minimo ridotto del 30% come da informativa allegata al verbale”. Allo stesso tempo, verrà rilasciata un'informativa prestampata con le indicazioni per usufruire del pagamento ridotto in modo corretto. Secondo caso: accertamento lasciato direttamente sul veicolo e dunque non in presenza del cittadino (divieto di sosta). L'agente indicherà nei moduli la somma ridotta del 30%, pagabile entro 5 giorni. Inoltre, dalle note verrà cancellata la parte di frase che non serve più e si leggerà: “N.B. Se il versamento non sarà effettuato entro il termine anzidetto (oppure nel caso l'infrazione preveda la decurtazione di punti), al proprietario intestatario del veicolo verranno notificati gli estremi dell'infrazione con la sanzione pecuniaria di cui sopra, maggiorata delle spese di accertamento e di notificazione”. Terzo caso, notifica a domicilio: parliamo delle sanzioni non pagate subito oppure per quelle violazioni accertate tramite dispositivi elettronici e telecamere. La notifica conterrà un'informativa che indica al cittadino la possibilità di ridurre la sanzione del 30%, se il pagamento è effettuato entro 5 giorni. Sarà allegato un bollettino prestampato solo in parte, dove il cittadino indicherà la somma ridotta del 30%, cui è necessario aggiungere quanto dovuto per le spese di notifica e accertamento.

ROMA NE ELENCA QUATTRO – Il Comune di Roma (a dimostrazione della complessità della nuova legge) si distingue da Milano perché elenca 4 casi. Uno, preavvisi di accertamento di violazione lasciati sul parabrezza del veicolo: il pagamento può essere effettuato compilando il bollettino di cc allegato al plico lasciato dall'agente accertatore. Senza ulteriori aggiunte di spese (il versamento con questa modalità non può essere effettuato nei casi di violazioni che comportano la decurtazione di punti dalla patente di guida). Due, verbali meccanizzati notificati presso il domicilio del trasgressore: nel plico che l'utente ritira è presente un bollettino di cc precompilato con gli importi senza riduzione. Per avvalersi della sconto del 30%, il pagamento può essere effettuato entro 5 giorni con bollettino di cc in bianco, riportando tutte le indicazioni già presenti sul precompilato e l'importo della sanzione per la violazione commessa decurtato del 30% (che si possono consultare nelle tabelle pubblicate su questo sito nelle pagine della Polizia locale), più le spese di procedura e notifica. Nella causale l'utente deve indicare il numero del verbale e la data dell'infrazione, rilevabili dal verbale stampato. Tre, verbale di accertamento di violazione redatto a mano dagli agenti e contestato su strada o presso gli uffici delle Polizia: il pagamento può essere effettuato compilando il bollettino di cc allegato al relativo verbale dove sono riportati sia l'importo con la riduzione del 30% sia quello previsto per il pagamento entro 60 gg, oltre all'importo delle spese di procedimento. Quattro, verbale di accertamento di violazione redatto a mano dagli agenti, notificato al domicilio del trasgressore/proprietario, ovvero notificato presso gli uffici di Polizia: il pagamento può essere effettuato compilando il bollettino di cc allegato al relativo verbale dove sono riportati sia l'importo con lo sconto del 30% sia quello previsto per il pagamento entro 60 giorni, oltre all'importo delle spese di procedimento.

È SOLO UNA VOSTRA SCELTA – Resta inteso che, se non volete avvalervi della possibilità di pagare con lo sconto entro 5 giorni (ribadiamo che è una facoltà, non un obbligo a carico dei cittadini), allora potete versare la multa normale entro 60 giorni dalla notifica utilizzando l'altro bollettino che verrà allegato già compilato in ogni sua parte. Più spese di notifica e accertamento, che viaggiano attorno ai 15 euro.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Misure antismog Emilia-Romagna

Emilia-Romagna: stop diesel Euro 3 dall’1 ottobre 2022 (ed Euro 4 nel 2023)

Move-in Milano: come chiedere la deroga per gli accessi in Area B

Lo Psicologo del Traffico 15 anni dopo: chimera o realtà?