Santa Maria di Sala (Ve) – Un paese in miniatura per l'educazione stradale

Una Santa Maria di Sala in miniatura per imparare a districarsi tra incroci, rotonde, attraversamenti pedonali. L'educazione stradale si impara su un campo di prova...

24 novembre 2010 - 9:32

Una Santa Maria di Sala in miniatura per imparare a districarsi tra incroci, rotonde, attraversamenti pedonali. L'educazione stradale si impara su un campo di prova, già nei primi anni di vita.

Comune e vigili hanno inaugurato con un centinaio di bambini il primo campo scuola permanente dell'educazione stradale del territorio, realizzato nell'ovale del parcheggio alle spalle di villa Farsetti e interamente finanziato coi proventi delle multe. Un progetto tra i primi di questo tipo in provincia, con strade, segnali e strisce vere, ma in formato mignon: in questo modo gli alunni possono inforcare la loro bicicletta e testare i pericoli della strada, imparando a riconoscere regole e divieti. C'è la rotonda con le precedenze, gli incroci con gli stop, la fermata dell'autobus, le strisce pedonali. Tutto a misura di bambino. I piccoli lo hanno subito testato. «In questo modo – spiega il sindaco Paolo Bertoldo – anticipiamo la legge che impone dall'anno prossimo l'insegnamento obbligatorio dell'educazione stradale. Oggi è un'emergenza educativa: questi ragazzi devono capire che la strada non è un videogioco».A condurre la prima lezione, in teatro e poi sul campo, è stato il comandante della polizia locale Aldo Pagnin con i suoi agenti.

fonte – nuovavenezia.gelocal.it

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Cupra Born elettrica al top nelle prove di Green NCAP

Sciopero 10 ottobre 2022

Sciopero 10 ottobre 2022 trasporto pubblico: orari e fasce garantite

Giovani al volante: perché non rispettano le regole?