Salone di Ginevra 2013: Qoros 3 Sedan, i cinesi parlano di auto sicura

Qoros, il nuovo Costruttore sino-israeliano, rivela la 3 Sedan al Salone di Ginevra

28 febbraio 2013 - 8:00

Eccolo il primo modello Qoros, la berlina compatta (segmento C) denominata 3 Sedan: al Salone di Ginevra 2013, introduce temi di design e di stile che contribuiranno a dare vita a un'identità di marca. Dopo il debutto mondiale alla rassegna elvetica, la Qoros 3 Sedan sarà commercializzata in Cina nella seconda metà del 2013, con le prime unità in arrivo in Europa successivamente.

COM'È FATTA – Lo stile della Qoros 3 Sedan renderà ogni modello futuro riconducibile al marchio Qoros. I team di Monaco di Baviera e Shanghai, sotto la guida del Direttore Esecutivo del Design Gert Volker Hildebrand, hanno realizzato un design moderno tipicamente europeo. La Qoros 3 Sedan presenta un profilo dinamico con passo lungo, sbalzi corti, una silhouette di ispirazione coupé e un tetto che confluisce nel volume posteriore. Le linee orizzontali mettono in risalto l'imponenza dell'auto, e finiture in alluminio satinato donano alla vista laterale ulteriore slancio. Nel frontale della Qoros 3 Sedan si riconosce il family feeling che caratterizzerà la gamma Qoros: grandi gruppi ottici si estendono sui lati della vettura e contemporaneamente delimitano la griglia superiore posta alla stessa altezza mentre barre a LED orizzontali sono poste nella palpebra superiore dei fari e nei particolari gruppi luce posteriori. La Qoros 3 Sedan offre un generoso volume interno e il cruscotto dallo sviluppo prettamente orizzontale contribuisce a rafforzare la sensazione di trovarsi in un abitacolo spazioso. 

E LA SICUREZZA? – La Qoros 3 Sedan, dice la Casa, è stata progettata per raggiungere i massimi risultati nelle prove di crash europee e cinesi grazie alle più avanzate tecnologie nell'ambito della sicurezza. L'architettura dell'auto include i più recenti ritrovati nel campo della protezione in caso di incidente. Il preciso accoppiamento delle strutture di supporto, insieme alle ampie zone a deformazione programmata, evitano le intrusioni nella cellula interna in caso di collisione. Stando al Costruttore, gli occupanti sono inoltre protetti da una serie completa di soluzioni di sicurezza avanzate che includono airbag frontali, laterali e a tendina così come sistemi di ritenuta e cinture di sicurezza estremamente efficaci. E, proprio in materia di sicurezza, Qoros si gioca la sua partita fondamentale: infatti, le cinesi, in passato, sonio state spesso criticate perché poco sicure, come hanno dimostrato anche diversi crash test. Tuttavia, anche la Cina sta un po' spingendo a favore di una maggiore sicurezza delle proprie auto, e, di recente, nei crash test Euro NCAP, le macchine cinesi hanno fatto importanti passi avanti; adesso, non resta che attendere i futuri crash test per capirci qualcosa di più.

PRIMO ROUND ALL'AUDI – Intanto, Qoros (costituita nel 2007, nell'ambito di una joint venture paritaria tra Chery Automobile, il maggiore costruttore automobilistico indipendente cinese, e Israel Corporation, holding industriale israeliana attiva a livello globale) ha perso il primo round con Audi, che rivendica l'esclusiva della lettera Q per le proprie vetture a trazione integrale. Il tribunale tedesco ha dato ragione alla Casa del Gruppo Volkswagen, ma questo è solo l'inizio di una lunga battaglia legale, visto che Qoros si opporrà in appello.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

colonnine ricarica ue

Colonnine di ricarica con POS: la proposta del Parlamento UE

Blocco traffico Roma 4 dicembre 2022: orari e deroghe

Ricarica CCS vs NACS: la presa Tesla è “rischiosa” per i Costruttori