Salone di Francoforte 2013: Mercedes GLA

Al Salone di Francoforte abbiamo visto la GLA, la nuova SUV compatta di Mercedes

17 settembre 2013 - 14:31

Al primo sguardo la somiglianza è tanta. Arrivati nel gigantesco padiglione Mercedes della Fiera di Francoforte, cerchiamo subito la GLA e quando la troviamo dobbiamo stropicciarci per bene gli occhi, perché di primo impatto ci era sembrata una Classe A, un po' rialzata forse. Ovviamente le due auto hanno linee distinte ma la nuova SUV della Stella ha un design talmente stradale che tende a somigliare molto alla sorella. Ovviamente la base meccanica è condivisa tra le due (anche con la Classe B e la CLA) e le similitudini stilistiche, vista l'ottima accoglienza che la A ha avuto sul mercato, sembrano essere un pregio piuttosto che un handicap.

QUASI UNA BERLINA – Mercedes è arrivata per ultima nel segmento delle SUV compatte, Audi Q3 e BMW Serie 1 sono nate ben prima, ma lo ha fatto in grande stile, con una architettura telaistica tutta nuova e con contenuti che non hanno nulla da invidiare ai modelli di punta. La GLA è lunga 4,42 metri, larga 1,80 e alta 1,49. Il design risulta fluido e il corpo vettura snello; il valore del coefficiente di penetrazione aerodinamica (Cx 0,29) lo conferma. La Mercedes GLA è mossa dalla sola trazione anteriore, mentre le quattro ruote motrici 4matic sono riservate agli allestimenti più alti e abbinate con le motorizzazioni più potenti.

MOTORI TUTTI TURBO – La gamma di motori a benzina da sarà composta inizialmente da due unità a quattro cilindri da 1.6 e 2.0 litri di cilindrata con potenze comprese tra i 156 CV della GLA 200 e i 211 CV della GLA 250. Il propulsore diesel, invece, sarà solo il quattro cilindri da 2,1 litri, declinato nelle varianti mono-turbo da 136 CV e 300 Nm e bi-turbo da 170 CV e 350 Nm. Per il momento non è stato previsto il turbodiesel da 1.5 litri di cilindrata e 110 CV di origine Renault, che invece trova posto sotto il cofano della Classe A, ma solo in accoppiamento al cambio manuale. A proposito, sulla GLA c'è il classico 6 marce manuale oppure l'automatico doppia frizione 7G-DCT.

TRAZIONE INTEGRALE A RICHIESTA – La Mercedes GLA nasce sulla stessa piattaforma già utilizzata per la Classe A, la Classe B e la quattro porte CLA, le sospensioni prevedono all'anteriore un classico schema McPherson e al posteriore un multilink a tre bracci e mezzo, con supporti ruota e bracci elastici in alluminio. La trazione integrale 4matic è disponibile unicamente con la trasmissione automatica 7G-DCT, che ha la presa di forza per l'albero motore integrata nella scatola del cambio. Al posteriore, in blocco con il differenziale, si trova la frizione a lamelle, gestita elettroidraulicamente, che si occupa di ripartire la coppia tra avantreno e retrotreno in modo variabile al 100%.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

E-fuel insufficienti: copriranno il 2% delle auto ICE nel 2035

Telepass per pagare il Traghetto Stretto di Messina: come funziona?

San Gottardo: non siamo pronti agli incendi di camion elettrici