Salone di Detroit 2014: Mercedes S 600

Mercedes ha presentato al Salone di Detroit la nuova S 600, che sfoggia numerosi sistemi di assistenza alla guida

14 gennaio 2014 - 17:15

Come tutte le passate generazioni della Classe S, anche quella odierna ha la stessa missione, ovvero rappresentare il non plus ultra della tecnologia Mercedes, di cui è una sorta di vetrina viaggiante. Durante lo sviluppo della “S” sono state seguite tre linee guida principali: “Intelligent Drive”, “Efficient Technology” e “Essence of Luxury”. Nella S 600, che Mercedes ha appena presentato al Salone di Detroit, è l'ultimo concetto a prendere il sopravvento, definendo questa versione come quella più lussuosa di tutta la gamma. Sotto il cofano si trova il V12 biturbo a corsa lunga e con 3 valvole per cilindro, che eroga 530 CV e 830 Nm da 1.900 giri/min. La cilindrata è salita da5.513 a 5.980 cm3, c'è lo Start/Stop e il motore è, ovviamente, omologato Euro 6. Rispetto alla precedente S 600 i consumi sono calati del 21%, passando da 14,1 L/100 km a 11,1 L/100 km.

UNA VERA LIMOUSINE – La Mercedes S 600 è disponibile solo nella versione a passo lungo (3,16 metri), per una lunghezza totale di 5,26 metri.  È interessante notare che per la prima volta è la versione a passo corto a derivare da quella a passo lungo e non viceversa. Per mantenere le masse entro livelli accettabili l'alluminio è stato utilizzato per oltre metà della scocca e per tutta la carrozzeria, mentre il Cx è di 0,24. All'interno c'è un trionfo di materiali pregiati con due schermi Tft in formato 8:3 da 12,3 pollici di misura. Quello di sinistra è dedicato alla strumentazione, mentre quello di destra visualizza tutte le funzioni dell'infotainment; per controllarlo si può usare la manopola del Command, la gestione vocale Voicetronic oppure un touchpad sensibile. Infine, il climatizzatore è dotato di ionizzatore dell'aria.

LEGGE LA STRDA – La Mercedes S 600 è la prima auto al mondo che completamente a meno delle lampadine a incandescenza, l'illuminazione è garantita soltanto dai LED. Inoltre, la S 600 ha la dotazione di serie più completa di tutta la gamma, compresi i dispositivi di sicurezza, come l'Intelligent Light System e il Magic Body Control con Road Surface Scan. Quest'ultimo vede le sospensioni elettroniche smorzamento continuo dialogare con il radar che “legge” la superficie stradale, di modo da regolare con anticipo la rigidità degli ammortizzatori per contrastare le sconnessioni del manto stradale. Questo è possibile grazie al Sensor Fusion, ovvero una telecamera stereoscopica di nuova generazione che, con l'ausilio di altri sensori, diventa una sorta di radar attivo che monitora a 360° la realtà esterna al veicolo.

FRENA DA SOLA – Di serie anche il pacchetto di sistemi di assistenza alla guida Plus, che comprende il sistema anti-sbandamento attivo, il Blind Spot Assist attivo, il Brake Assist con assistenza agli incroci, il Distronic Plus con assistenza allo sterzo e il Pre-Safe Plus. Inoltre, il Collision Prevention Assist Plus che di fronte al pericolo di collisione e all'assenza di reazioni da parte del guidatore, può eseguire una frenata automatica, partendo da una velocità massima di 200 km/h, e attenuare la gravità dell'impatto con veicoli che viaggiano a velocità inferiori o che si stanno fermando. Fino ad una velocità di 50 km/h il sistema frena anche in presenza di veicoli fermi e riesce ad evitare i tamponamenti fino a 40 km/h.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Costi auto 2020: -7,4% per assicurazione, carburante e bollo in Italia

Tamponamento da auto sconosciuta

Tamponamento da auto sconosciuta: chi copre i danni?

FCA – PSA: perché l’Antitrust UE darà l’ok alla fusione