Salone di Detroit 2014: Cadillac ATS Coupé

Cadillac ha presentato al Salone di Detroit la coupé ATS che vuole sfidare la migliore concorrenza europea

15 gennaio 2014 - 13:48

Arriverà nel corso dell'estate 2014 la ATS, cioè la prima Coupé compatta di Cadillac pensata per attraversare l'oceano. Infatti sarà importata anche in Europa, motivo per cui oltre al classico 3.6 V6 aspirato (321 CV e 373 Nm) ci sarà anche un 4 cilindri turbo da 2 litri capace di 400 Nm (costante tra i 3.000 e i 4.600 giri) e 272 CV. L'obiettivo è quello di battere la migliore concorrenza europea, con lo stile, i contenuti e le prestazioni; il termine di paragone, in questo caso, è la BMW 428i rispetto alla quale Cadillac dichiara di avere un migliore rapporto peso/potenza. Ma le analogie con la casa di Monaco non si fermano qui come dimostra il bilanciamento dei pesi 50:50.

UNA GUIDA DINAMICA – Lunga 4,66 metri, con un passo di 2,77 m e un peso di 1.550 kg, la ATS Coupé promette una accelerazione da 0 a 100 km/h in 5,6 secondi. L'aerodinamica è stata particolarmente curata, il sottoscocca, infatti, è completamente carenato. Anche la scelta delle sospensioni attive, a controllo elettronico Magnetic Ride, conferma l'anima dinamica di questa Cadillac con un multi-link a cinque bracci per il retrotreno e uno schema McPherson evoluto all'avantreno. Il sistema frenante è stato curato dalla Brembo mentre la trazione può essere posteriore o integrale (solo sulla 2.0 Turbo), in entrambi i casi è previsto un differenziale posteriore meccanico e i cerchi ruota sono da 18 pollici. Due le trasmissioni disponibili, entrambe a 6 marce, una manuale Tremec e la classica automatica Hydra-Matic.

SISTEMI DI SICUREZZA – La Cadillac ATS Coupé nasce sulla stessa base tecnica della berlina che ha ottenuto le 5 stelle nei crash test NHTSA. Fanno parte delle dotazioni di serie l'avviso di superamento involontario della corsia di marcia con assistenza sul volante, il controllo automatico dei fari abbaglianti e la telecamera per la visione posteriore, oltre ovviamente agli 8 airbag, all'ABS, all'ESC e ai pretensionatori con limitatori di carico. Il pacchetto di sistemi di assistenza alla guida, invece, è basato sull'interazione di due telecamere, otto sensori a ultrasuoni e sei radar, che implementano funzioni come il sistema di frenata automatica per la prevenzione delle collisioni, anche quando ci si sposta in retromarcia. Nelle versioni top, che lo prevedono di serie, sono inclusi anche il cruise controllo adattativo, il blind spot assist, l'head-up display a colori e l'avviso di ostacoli da attraversamento laterale.

INFOTAINMENT – Come ogni Cadillac che si rispetti, anche l'allestimento interno è di alto livello. Il sistema di infotainment CUE si basa su un display da 8 pollici e prevede la connettività 4G LTE, un hotspot Wi-Fi (supporta fino a 7 connessioni) e il Bluetooth a comando vocale. Inoltre, supporta i sistemi operativi Apple iOS 6 e 7 con Siri “Eyes Free”, che consente di controllare lo smartphone senza usare le mani o staccare gli occhi dalla strada. Di serie anche l'impianto audio Bose con Active Noise Cancelation, che filtra i rumori esterni ed esalta quello del motore. 

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Esame patente: come funziona e quanto costa nei vari Paesi del mondo

Taxi NCC Decreto Cura-Italia

Decreto Ristori: indennizzi anche per taxi e NCC, ecco quali

Cambio gomme invernali: solo il 34% va in officina in Germania