Roma smog: dal 1° dicembre blocchi del traffico

Inquinamento atmosferico: la capitale sta per dare il via ai blocchi alla circolazione

18 novembre 2013 - 8:00

Alla fine, le amministrazioni comunali tentano di limitare il problema smog solo in un modo: limitando il traffico. Roma non fa eccezione, neppure quest'anno. È stata appena approvata dalla Giunta capitolina la memoria con la quale si dà mandato agli uffici competenti, e in particolare al Dipartimento tutela ambientale-Protezione civile, di pianificare una serie di blocchi totali della circolazione. Quando? La domenica. Il provvedimento riguarda i veicoli a motore all'interno della Fascia verde: vedere il Pdf del Comune che SicurAUTO.it mette a disposizione in allegato. Lo stop si ripeterà per quattro domeniche dall'1 dicembre 2013 fino a marzo 2014.

PER RISANARE L'ARIA – Una misura che rispetta (ma questo vale per tutte le amministrazioni, sempre abbastanza enfatiche nello spiegare che i blocchi del traffico rienttano in un ampio disegno per eliminare le polveri sottili) il Piano di risanamento della qualità dell'aria della Regione Lazio, secondo quanto è stato reso noto dall'assessore all'Ambiente, agroalimentare e rifiuti di Roma, Estella Marino. Che ha spiegato: “Il blocco veicolare è previsto per quattro domeniche: 1 dicembre 2013, 19 gennaio, 23 febbraio e 23 marzo 2014, nelle fasce orarie 7.30-12.30 e 16.30-20.30. L'individuazione delle giornate di blocco ha tenuto in considerazione il calendario già programmato degli eventi cittadini e sportivi come le partite di calcio”.

SUSCETTIBILI DI MODIFICA – Le date potranno però essere modificate qualora si dovessero verificare eventi, a oggi non prevedibili, ritenuti dal Gabinetto del sindaco non compatibili e di interesse pubblico prevalente. L'assessore ha inoltre sottolineato, anche qui con l'usuale pomposità utilizzata dai politici quando si tratta di smog, che le domeniche di blocco del traffico, oltre a contenere le emissioni inquinanti, contribuiscono a sensibilizzare la cittadinanza sui temi ambientali e a promuovere diffusamente nuovi modelli culturali, verso stili di vita più adeguati. “A questo fine, la Giunta capitolina ha rappresentato l'opportunità di incentivare l'utilizzo di forme di mobilità sostenibile e la partecipazione dei cittadini a eventi culturali e sportivi da concordare con gli Assessorati competenti. Per ovviare all'eventuale disagio arrecato, si sta concordando con l'Assessorato alla Mobilità il potenziamento del trasporto pubblico locale”.

IL GUAIO MEZZI PUBBLICI – Ed è questo (oltre alla discutibilissima efficacia di provvedimenti estemporanei come il blocco del traffico) uno dei guai per la cittadinanza: davvero i mezzi pubblici sono adeguati? Realmente chi abita lontano dal posto da raggiungere (la Città Eterna è tanto favolosa quanto grande) può fare affidamento su veicoli pubblici adeguati? Ai romani e ai pendolari toccherà sorbirsi il freddo invernale in attesa del mezzo che non arriva mai oppure il Comune riuscirà a far fronte alle esigenze di chi deve spostarsi? La verità è che sulla scena politica si affaccia il cosiddetto nuovo (il sindaco Ignazio Marino), ma alla fine la musica non cambia: blocco del traffico, come in tutte le altre città italiane. Provvedimenti scoordinati, senza un filo conduttore. Che hanno il sapore di una politica locale e ambientale stantia.

1 commento

Mauro
12:35, 27 novembre 2013

Credo che il provvedimento sia, in qualche modo, un atto dovuto in caso di livelli di inquinamento elevati. E' evidente che si tratta di un palliativo.
Aggiungo due cose:
1. la memoria di giunta NON è il provvedimento. Le eventuali esclusioni, previste nei casi precedenti, non potranno che essere contenute nel provvedimento specifico… se e quando verrà adottato (non vorrei dire ma mancano 4 giorni)
2. è obbligatorio anche vericare (cfr. Piano…della regione Lazio) l'efficacia del provvedimento. Non so se sia stato mai fatto nei casi precedenti, di sicuro mai pubblicizzato. E sarebbe la cosa più importante per decidere se ripetere tali iniziative o interromperle, non basandosi sulle opinioni… che' ognuno ha le proprie.

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Aumento bollo Euro 3 per svecchiare il parco auto

Aumento bollo Euro 3 per svecchiare il parco auto: la proposta di PSA

Smartphone al volante telecamere

Smartphone al volante: arrivano le telecamere per scovare i trasgressori

Dispositivi anti abbandono 30 euro bonus

Dispositivi anti abbandono, solo 30 euro di bonus: è polemica