Roma – Ospol: rifare segnaletica stradale e assumere vigili urbani

«Con il sistema dei "Varchi elettronici", della "Videosorveglianza", della moda degli "Etilometri e Autovelox" le autorità comunali credevano di aver arginato la "mattanza" provocata giornalmente...

7 settembre 2010 - 7:58

«Con il sistema dei “Varchi elettronici”, della “Videosorveglianza”, della moda degli “Etilometri e Autovelox” le autorità comunali credevano di aver arginato la “mattanza” provocata giornalmente dagli incidenti mortali nelle strade della Capitale. A nulla sono serviti “occhi elettronici”, piani sofisticati con megagalattiche centrali operative, non sono servite neanche le sagome “finte” di cartone raffiguranti vigili urbani con paletta, né piani traffico e sosta dei bus-turistici per eludere le responsabilità dei “politici” che attualmente hanno abdicato alla tradizionale equazione: più è grande la città con l'aumento inevitabile dei suoi abitanti e più uomini occorrono per mantenere in sicurezza nelle strade e nei quartieri della Capitale».

Così afferma l'Ospol (Organizzazione sindacale delle polizie locali) in una nota che prosegue: «Più agenti in divisa con compiti di pattugliamento del territorio significa riordinare una “normale” e “sicura” viabilità ormai scomparsa, dal concetto attuale degli amministratori, insieme ai famosi pattuglioni misti di vecchia memoria. Occorre, altresì, abbattere l'attuale segnaletica stradale, verticale e orizzontale, ormai vecchia di 50 anni, sostituendola a norma di codice della strada e con pannelli luminosi, attuando una politica di rinnovamento di tutti gli impianti semaforici con un ridimensionamento di oltre la metà di essi ed istituendo al loro posto rotatorie di marcia riconosciute da tutti i Paesi europei tecnicamente valide allo smistamento del traffico veicolare e a scongiurare pericolo alla circolazione stradale. Le decine di morti per incidenti stradali avvenuti nella Capitale in queste ultime settimane rappresentano l'immagine di Roma che si attesta in tema di infrastrutture e sicurezza stradale agli ultimi posti tra le città capitali d'Europa».

«L'Ospol chiede al sindaco Alemanno l'immediata messa a norma di tutti gli impianti di segnalazione sia essi orizzontali che verticali della città supplicando, nel contempo, il primo cittadino ad accelerare l'iter dell'assunzione dei 390 giovani idonei nell'ultimo concorso dei vigili urbani ed istituendo immediatamente l'iter concorsuale per l'espletamento delle prove pratico e teorico per il nuovo concorso, già bandito dal Comune di Roma, necessario al completamento della pianta organica attualmente carente di oltre 1500 unità».

«Non si facciano polemiche strumentali su fatti che spesso hanno dei risvolti drammatici come gli incidenti stradali. I dati sull'incidentalità nella nostra città, infatti, sono in netto calo rispetto al passato. La stima della riduzione del 24 per cento degli incidenti mortali a Roma per questo anno, infatti, rappresenta un trend concreto che si inserisce positivamente anche nella classifica nazionale. Non dobbiamo in ogni caso abbassare la guardia». È quanto dichiara in una nota il delegato del sindaco Alemanno per la Sicurezza Stradale, Roberto Cantiani.

«Stiamo conducendo un attento lavoro allo scopo di rendere Roma una città sempre più virtuosa sul tema della sicurezza stradale. Per questo motivo, siamo da sempre vicini alle istanze del corpo della Polizia Municipale, a partire proprio dalla stabilizzazione di molti vigili precari assunti da chi ci ha preceduto, tuttavia è necessario continuare a investire su tutte quelle tecnologie che possano attivamente coadiuvarne il lavoro portato avanti: dalla sostituzione dei pericolosi cordoli delle corsie preferenziali con le più sicure borchie, alla sostituzione progressiva dei semafori con impianti a led di ultima generazione. Abbiamo raddoppiato il numero di T Red per la sicurezza agli incroci stradali oltre ad aver già avanzato richiesta al ministero dei Trasporti allo scopo di sostituire la segnaletica con quella fluorescente di ultimo tipo. Un lavoro intenso, al quale si vanno ad aggiungere le tante iniziative poste in essere per diffondere la cultura della sicurezza stradale, ultima tra queste la manifestazione In piazza per la sicurezza stradale, che si è svolta a Cesano nei giorni scorsi. Abbiamo rimesso in moto una parte della macchina amministrativa che era ferma da anni, concertando le soluzioni con tutte le diverse realtà coinvolte su questo delicato tema nel tavolo per la sicurezza stradale, voluto per la prima volta da questa amministrazione. È proprio quella la sede appropriata per discutere proposte utili alla nostra città andando oltre le futile propaganda».

fonte – ilmessaggero.it

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Colonnine elettriche: con gli incentivi 2022 sconto del 80%

Coupon eBay pneumatici: lo sconto di ottobre su ruote e montaggio

Incentivi auto 2022

Incentivi auto 2022: nuovi bonus entro fine Ottobre