Roma, Fori pedonalizzati: inizio-disastro

Aperti i cantieri per il progetto dei Fori pedonalizzati di Roma: situazione caotica con macchine in coda

25 luglio 2013 - 7:00

Non si può esprimere un giudizio, perché siamo solo alle prime battute: certo è che la pedonalizzazione dei Fori imperiali di Roma alimenta polemiche a non finire. Dopo le prime ore di cantieri, è caos totale. Con auto intrappolate in coda.

UNA PARALISI – Via Labicana, via di San Gregorio i punti più critici del progetto: ci siamo quasi, visto che ci sarà una prima prova generale a partire dal 3 agosto. Come evidenzia il Messaggero, all'incrocio è stata ampliata una piccola isola pedonale che restringe ancora di più il passaggio delle auto. A rendere ancora più critica la situazione le barriere messe in piedi in via Labicana e in viale Manzoni fino a via Emanuele Filiberto, per consentire la costruzione dei cordoli di protezione del tram. I cordoli resteranno almeno per la prima fase sperimentale della pedonalizzazione di via dei Fori Imperiali riducendo la possibilità di attraversamento a piedi delle due strade. Comunque, ci si potrà fare un'opinione più precisa proprio il mese prossimo.

COSA CAMBIA – È aperto in via Labicana il cantiere per realizzare le modifiche della viabilità, in vista della chiusura al traffico privato dei Fori Imperiali. Su via Labicana si mantengono i due sensi di marcia e la sosta è vietata a partire dalle 0.01 del 13/7. La viabilità, sia pubblica che privata, viene dirottata nell'attuale corsia preferenziale tranviaria in direzione Colosseo; in direzione Merulana, invece, la corsia riservata rimane a disposizione del trasporto pubblico, mentre il traffico privato percorre l'attuale corsia laterale. Da giovedì 18, inoltre, la Polizia di Roma ha chiuso la carreggiata di destra di viale Manzoni, nel tratto da via Emanuele Filiberto a via Merulana, per consentire interventi lungo i binari del tram come già avvenuto in via Labicana. La corsia preferenziale non è così solo riservata, nella stessa direzione, al transito dei mezzi pubblici.

UNA SOLUZIONE – Per consentire lo svolgimento dei lavori della Metro C e per tutta la durata del cantiere – fino al 29/30 luglio – la linea tramviaria 3 è sostituita con bus lungo tutto il percorso, collegando la stazione di Trastevere a Valle Giulia (sospesa la navetta 3B). A Piramide sono quindi sospesi i capolinea della linea bus 3B e della linea tramviaria 3; la linea bus 3 ferma al centro di piazzale di Porta San Paolo, all'altezza di viale della Piramide Cestia; a Porta Maggiore, i bus della linea 3 fermano a lato della piazza: all'angolo con via Eleniana quelli in direzione Valle Giulia (in comune linea notturna N11) e all'angolo con via di Porta maggiore in direzione Trastevere (in comune linee 571-N10); in viale Gioacchino Rossini, direzione Valle Giulia, la fermata è sul lato della strada.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Pressione pneumatici in inverno: quale valore e come regolarsi

Guida distratta: il 14% delle multe in una settimana solo in autostrada

Gomme quattro stagioni: Dunlop debutta con le Sport All Season