Roma, altra batosta RCA: la Provincia alza l'aliquota

Roma, altra batosta RCA: la Provincia alza l'aliquota Stangata sui cittadini della capitale: la Provincia di Roma rincara la RC Auto

Stangata sui cittadini della capitale: la Provincia di Roma rincara la RC Auto

25 Gennaio 2013 - 07:01

Non bastano gli aumenti delle Compagnie assicurative, i pedaggi che salgono e le multe rincarati dal 1° gennaio 2013 (vedi qui); per chi abita a Roma e dintorni, c'è un'altra spiacevole novità: la Provincia ha innalzato l'aliquota sulla RC Auto.

LEGNATA – La Provincia di Roma, con deliberazione del commissario straordinario numero 2 del 15 gennaio 2013, ha disposto, come previsto dall'articolo 17 del Decreto legislativo 68/2011, l'aumento dell'aliquota dell'imposta sulle assicurazioni contro la responsabilità civile derivante dalla circolazione dei veicoli a motore nella misura di 3,5 punti percentuali. L'aliquota finale è pertanto del 16%: il massimo possibile. E l'aumento avrà effetto, come previsto dalla citata normativa, dal primo giorno del secondo mese successivo a quello di pubblicazione della delibera di variazione sul sito informatico del ministero dell'Economia e delle Finanze: aprile 2013.

NON SI SFUGGE – Infatti, dal 2011, l'aliquota dell'imposta RCA, pari al 12,5%, può essere aumentata o diminuita in misura non superiore a 3,5 punti percentuali (dal 2012 l'imposta RCA costituisce tributo proprio derivato delle Province). Ovviamente, con la crisi che morde anche gli Enti locali, l'occasione è stata troppo ghiotta: aumenti a raffica, altro che possibilità di abbassare l'aliquota. E quasi tutte le tasse sono schizzate al massimo consentito: il 16%. Ricordiamo che le stesse Province già incassano dagli automobilisti un'altra tassa pesantissima, che è l'Ipt, l'Imposta di trascrizione: questi carrozzoni politici (che col Governo Monti dovevano scomparire, e invece sono più vivi che mai) si confermano voraci, più di prima.

Commenta con la tua opinione

X