Rivoluzionaria sentenza: i vigili urbani non possono fare multe in superstrada

E' il titolo che, a caratteri cubitali, campeggia stamattina, sulla cronaca locale del Resto del Carlino.Leggendo l'articolo:il GdP di S.Severino Marche, con sentenza passata in giudicato, ha...

17 Aprile 2004 - 03:04

E' il titolo che, a caratteri cubitali, campeggia stamattina, sulla cronaca locale del Resto del Carlino.

Leggendo l'articolo:

il GdP di S.Severino Marche, con sentenza passata in giudicato, ha annullato un verbale della P.M. elevato per superamento del limite di velocità all'interno di una strada di tipo B (superstrada) in quanto, pur attraversando il territorio del Comune da cui dipende l'organo accertatore, é da ritenersi inequivocabilmente e senza nessuna smentita, extraterritoriale al medesimo Comune e ad ogni altro da essa attraversato, con l'automatica conseguenza di essere preclusa alla P.M. di ciascuno di essi, per quanto riguarda l'espletamento dei servizi di polizia stradale, di circolazione e di controllo del traffico.

Lo stesso GdP ha ribadito che alla P.M. spetta di operare nei centri urbani e su tutte le strade locali e secondarie, diverse da quelle di tipo A e B, e sulle strade di proprieta dell'ente da cui dipendono.

Per lo stesso GdP inoltre, é un autentico paradosso che la P.M. di quel Comune possa utilizzare l'autovelox per i rilevamenti sulla superstrada, senza nessuna autorizzazione, mentre lo stesso tipo di intervento sulle strade secondarie é condizionato dal Prefetto. Oltre ad annullare la violazione, il GdP ha anche condannato il Comune al pagamento delle spese di giudizio nella misura di euro350.

Fonte: Asaps

Commenta con la tua opinione

X