Ricambi auto online, Amazon lancia il portale B2B per le imprese

Amazon Business apre un nuovo canale di vendita tra professionisti ma secondo un’indagine USA il negozio di ricambi auto sotto casa è ancora preferito

Ricambi auto online, Amazon lancia il portale B2B per le imprese
C'era un tempo in cui fare acquisti di qualsiasi tipologia richiedeva spostamenti in auto, perdite di tempo e soldi; poi è nato il web e dà là gli utenti hanno scoperto un nuovo modo di comprare qualsiasi cosa, dalla spesa ai ricambi auto, dagli indumenti alle auto. Tra i player che hanno cavalcato l'onda dell'e-commerce Amazon è sicuramente il colosso dalle spalle più larghe (tant'è che è al terzo posto nella classifica dei brand più forti al mondo) che con il portale Amazon Business colma un vantaggio dei canali di e-commerce asiatici Aliexpress (per utenti privati) e Alibaba (per imprese) di proprietà del magnate cinese Jack Ma. Amazon apre alle imprese, officine incluse, la possibilità di accedere a milioni di articoli. L'annuncio suona come un allarme per i negozi fisici di ricambi auto che operano sul territorio. Vediamo perché il rivenditore al banco ha ancora un vantaggio sul web non semplice da rimpiazzare in un settore così complesso e diversificato come quello dell'aftermarket automotive.

AMAZON B2B

Amazon Business è un nuovo negozio online pensato per professionisti e aziende di tutte le dimensioni sia italiane che estere che ora possono registrarsi e acquistare con una serie di strumenti su misura per le aziende. Dalla spedizione gratuita per ordini superiori a 29 euro (estendendo ad Amazon Business le condizioni di Amazon Prime gratis), la consultazione dei prezzi iva esclusa, la gestione multiutente dell'account per l'approvazione degli ordini, la gestione del tetto di spesa, la gestione delle fatture e un processo di restituzione dei resi semplificato, almeno secondo quanto promette il colosso americano. Un canale che ha tutte le potenzialità per amplificare la vendita di ricambi auto e accessori online: acquisti più veloci e convenienti per quelle imprese che non hanno un consolidato canale di approvvigionamento di ricambi.

UN MODELLO DI BUSINESS INEVITABILE

La strada dell'e-commerce dei ricambi auto d'altronde è ormai già spianata da tempo e battuta anche dalle centrali di ricambi, vedi ad esempio Rhiag che ha lanciato il portale Ricambia, un vantaggio non soltanto per le imprese che si trovano di fronte a un'auto d'importazione meno diffusa della classica utilitaria ma anche per i privati (che ancora si fidano poco di comprare un ricambio online quando i prezzi lievitano e il rischio di incappare in un ricambio tarocco è alto). Compreremo sempre più ricambi auto online? Quanto il web è una reale minaccia per il negozio che fornisce ricambi auto alle officine? E le reti di assistenza ufficiali cosa faranno di  fronte a queste nuove dinamiche di vendita online? A queste domande risponde uno studio USA.

IL WEB NON FA PAURA AI RICAMBISTI

Secondo un'indagine di Morgan Stanley Research e pubblicata su Business Insider infatti viene esorcizzato almeno per ora lo spauracchio delle vendite di ricambi auto online, poiché se da un lato Amazon riesce a garantire (ma non come una volta) consegne in tempi rapidi, c'è ancora l'asso nella manica dei rivenditori di ricambi al banco: la consulenza tecnica. Nella pubblicazione infatti viene spiegato che "Gli acquirenti di questi pezzi preferiscono le competenze specializzate dei rivenditori dedicati, che Amazon non può eguagliare". C'è poi il discorso delle centrali di ricambio collegate ai grandi Network di riparazione (guarda qui tante curiosità utili nei video #SicurEDU sulla manutenzione auto) e i rapporti che le Case automobilistiche e le reti di assistenza ufficiali hanno consolidato da anni con i produttori di ricambi originali ed equivalenti, guarda qui sopra cosa cambia e quale conviene. Barriere che l'e-commerce online - secondo l'indagine - deve superare prima di rappresentare una reale minaccia per le reti di vendita fisiche sul territorio. Noi staremo a guardare per raccontarvi come sempre il mondo dell'aftermarket in anteprima e più da vicino.

Pubblicato in Tecnica, Aftermarket e Manutenzione Auto il 11 Luglio 2018 | Autore: Donato D'Ambrosi


Commenti

Cerca Crash Test Auto

Stai per acquistare un’auto? Controlla se è davvero sicura! Clicca e scopri