Renault Twizy: test drive il 21 e 22 aprile

Energizing Days, Renault offre l'opportunità di testare la sua Twizy il 21 e il 22 aprile

20 aprile 2012 - 20:00

Renault punta tutto sulla sua gamma elettrica e apre le porte dei suoi concessionari per permettere agli italiani di testare la sua Twizy, il veicolo innovativo che si presenta con i suoi due posti in linea.

ENERGIZING DAYS – I test drive sono possibili il week end del 21 e 22 aprile e sono prenotabili attraverso la FanPage di Facebook di Renault o attraverso il sito internet della casa automobilistica. La prenotazione è semplice, basta selezionare il modello di auto che si desidera testare, quindi Twizy, inserire Nome, Cognome, Numero di Telefono e Email. Digitando poi il CAP e possibile trovare la concessionaria più vicina, presso la quale effettuare il test. A questo punto basta semplicemente aspettare di essere ricontattati. Se invece non avete voglia di seguire questo iter, potete semplicemente recarvi, uno di questi giorni, presso la concessionaria Renault che preferite.

UN VEICOLO URBANO ECO – Vi ricordiamo che Twizy è il veicolo della gamma Renault Z.E. che si presenta sul mercato come la soluzione glamour e moderna per giovani che vogliono possedere un veicolo alla moda che però non inquina l'ambiente. Come sapete si tratta di un quadriciclo a quattro ruote con due posti in linea, è lunga 2,32 metri ed è larga 1,19 metri, il che significa che è molto semplice da parcheggiare. Twizy è guidabile già a partire da 14 anni.

I MODELLI – Tre sono i modelli, cui velocità massima è di 80 km/h, ognuno dei quali è anche in versione 45, ovvero che arriva fino a 45 km/h. Twizy Urban, a 7.800 euro, Color, a 8.100 euro, e Technic, a 8.700 euro. In aggiunta è necessario considerare il prezzo di noleggio della batteria di 50 euro al mese che comprendono 7.500 km all'anno e l'assistenza alla mobilità. L'autonomia è circa 100 chilometri e si ricarica in 3 ore e 30 minuti, il pieno di energia corrisponde a circa 1,50 euro. Non resta dunque che testarla, anche se il vero ostacolo alla difussione sarà forse il prezzo (non accessibile a tutti e al qualche va aggiunto il costo delle batterie). Infine non dimentichiamoci che le nostre città non sono adeguatamente attrezzate per i veicoli elettrici.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Esame patente: come funziona e quanto costa nei vari Paesi del mondo

Taxi NCC Decreto Cura-Italia

Decreto Ristori: indennizzi anche per taxi e NCC, ecco quali

Cambio gomme invernali: solo il 34% va in officina in Germania