Renault e Bridgestone per i terremotati giapponesi

Renault e Bridgestone per i terremotati giapponesi Le iniziative umanitarie della casa francese e del fabbricante nipponico di pneumatici a favore delle vittime del sisma e dello tsunami

Le iniziative umanitarie della casa francese e del fabbricante nipponico di pneumatici a favore delle vittime del sisma e dello tsunami

24 Marzo 2011 - 10:03

Renault e Bridgestone hanno deciso di mobilitarsi per le vittime del disastroso sisma che ha devastato la costa orientale del Giappone e ha provocato danni anche all'industria automobilistica.

LA CARICA DEI 125 MILA – Il suo intervento si orienterà in due diverse direzioni: un primo versamento diretto di 500 mila euro sarà effettuato a favore della Croce Rossa e contemporaneaente, tutti i dipendenti Renault, circa 125 mila, verranno invitati a mobilitarsi, cosa che del resto hanno già fatto spontaneamente. Al termine della loro raccolta di fondi, la direzione della casa integrerà la somma accumulata con un ulterriore versamento di uguale importo che verrà consegnato sempre alla Croce Rossa. Quest'ultima organizzazione, attingendo ai suoi oltre due milioni di volontari, ha già costituito 400 squadre di soccorso che lavorano a pieno ritmo e utilizzerà i fondi raccolti per l'acquisto di viveri, generi di prima necessità e plasma. Carlos Ghosn presidente di Renault e di Nissan ha dichiarato di essere “molto colpito dal sostegno spontaneo dei dipendenti di Renault verso i loro colleghi di Nissan, e più in generale, del popolo giapponese».

ANCHE DAL MONDO DELLE GOMME – Puree il fabbricante di pneumatici Bridgestona ha dato il via a un'inziativa simile. La filiale europea ha deciso di stanziare 250 mila euro e i suoi dipendenti hanno aperto una sottoscrizione il cui ricavato andrà alla Croce Rossa giapponese. Al livello mondiale, il gruppo nipponico ha stanziato a favore delle popolazioni colpite dal sisma la somma di 300 milioni di yen, circa 2,6 milioni di euro.

Commenta con la tua opinione

X