Rca, sale la tensione: chi non ha la polizza picchia l'agente

Brutto episodio a Cavriago (Reggio Emilia): un automobilista privo di Rca ha picchiato un agente

29 maggio 2013 - 6:00

Un agente ferma un automobilista, vuole multarlo perché privo di Rca, ma il guidatore si ribella e lo picchia: è successo a Cavriago (Reggio Emilia).

MOLTA VIOLENZA – Il brutto episodio è avvenuto il 23 maggio, verso le 18 in via Govi, quando Mario Trolli, 49 anni, ispettore della Polizia municipale, è stato aggredito dal conducente di un'auto che aveva fermato. È stato picchiato a calci e pugni, e ha fatto ricorso alle cure del pronto soccorso dell'ospedale Franchini per le ferite riportate. L'automobilista che lo ha picchiato – F.D.C., 50 anni, residente a Cavriago – ora si trova agli arresti domiciliari in vista della direttissima: l'accusa è di lesioni, resistenza a pubblico ufficiale, minacce. In corso ulteriori indagini per accertare le responsabilità dell'altra persona coinvolta. Ma cosa è successo per scatenare la reazione folle del guidatore? Trolli ha visto una Fiat Punto con a bordo tre persone, due uomini e una donna che stavano andando verso il centro del paese: ha fermato l'auto e si è accorto che l'assicurazione era scaduta. A questo punto ha detto al conducente che gli doveva sequestrare il mezzo. Mentre gli stava controllando la patente, Trolli è stato aggredito, è caduto: secondo Trolli avrebbe ricevuto anche a calci e pugni mentre era ancora a terra. Trolli, a quel punto, ha cercato di rialzarsi e ha chiamato via radio i colleghi premendo il pulsante di emergenza della radio. Sul posto sono poi arrivati i colleghi che hanno fermato il conducente e lo hanno arrestato.

SINDACATO SOLIDALE – La Cisl Funzione Pubblica di Reggio Emilia ha espresso solidarietà e vicinanza all'ispettore della polizia municipale della Val d'Enza, vittima di un brutale pestaggio durante lo svolgimento del proprio servizio da parte di un automobilista senza assicurazione auto: “I lavoratori di questa categoria, che svolgono quotidianamente con abnegazione il delicato servizio di vigilanza sul territorio a tutela e salvaguardia della sicurezza di tutti i cittadini finiscono purtroppo per essere sempre più spesso vittime di queste violenze del tutto ingiustificabili aumentante a causa di tensioni economiche e sociali fuori controllo”.

SPIA DI UN MALESSERE – Il guaio è che in Italia ci sono 4,4 milioni di auto senza Rca, ossia una su 10. Simbolo della crisi e dei numerosi italiani che non riescono ad arrivare alla terza settimana del mese. Ma la situazione è ancora più calda a Napoli, dove uno su quattro non è assicurato. Se queste mine vaganti provocano un incidente, il danneggiato deve rivolgersi al Fondo vittime della strada, provando l'accaduto, e dovendo sudare sette camicie per ottenere il rimborso: lo stesso Fondo vittime è bombardato da tentativi di truffe di varia natura, col tentativo di farsi risarcire per incidenti mai avvenuti.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Gli italiani fanno meno km degli altri automobilisti in Europa

Metano auto

Metano auto: aumento del contributo gestione bombole dal 1° ottobre

Come guadagnare un reddito extra dal proprio garage