RCA, raddoppiano i massimali: più tutela ma più spesa

Da oggi, i contratti RCA nuovi e rinnovati hanno una maggiore copertura in caso di incidente: raddoppiano i massimali. Però la tariffa sale

12 giugno 2012 - 6:00

Prendete un piatto della bilancia e metteteci una maggior garanzia per il vostro portafogli: da oggi, per i contratti RCA nuovi e rinnovati, il massimale della RCA raddoppia, così la copertura è notevolmente migliore. Poi sull'altro piatto, però, ci piazzate un lieve aumento delle tariffe RCA, che sarà inevitabile: le Assicurazioni offrono una tutela superiore, che l'assicurato deve pagare.

UNA DIRETTIVA EUROPEA – Come vi abbiamo anticipato tempo fa, oggi è infatti entrato in vigore il Decreto legislativo 198/2007 che impone alle Assicurazioni, sulla base di quanto stabilito da una Direttiva dell'Unione europea, di innalzare i massimali minimi per le polizze RC auto. Parliamo del rimborso massimo riconosciuto dalla Compagnia se il proprio cliente causa un sinistro. Il massimale sale a 5 milioni di euro per i danni alle persone, e a un milione di euro per i danni alle cose e agli animali, per ciascun sinistro provocato dal guidatore. L'obbligo riguarda tutti i nuovi contratti sottoscritti e rinnovati proprio dal 12 giugno: chi ha i vecchi massimali, otterrà il raddoppio al momento del rinnovo della polizza.

SPARTIACQUE – Prima del 12 giugno l'Assicurazione era tenuta a rimborsare al massimo 2.500.000 euro per danni alle persone e 500.000 per danni a cose e animali: gli automobilisti potevano richiedere l'aumento dei massimali che comportava un lieve aumento del premio assicurativo. In alternativa, per gli automobilisti era possibile cambiare Assicurazione scegliendone una che offriva massimali più alti con un premio inferiore. Con la nuova normativa le Compagnie sono obbligate a garantire a tutti i contraenti un massimale minimo raddoppiato con un leggero incremento del premio. Di quanto? Dipende da una miriade di fattori: classe di merito, macchina, residenza, età, fra l'altro. Indicativamente, una decina di euro l'anno in più.

MAGGIORE TUTELA, MA… – “Il Decreto ha come scopo quello di portare un effettivo vantaggio ai consumatori, tutelandoli maggiormente nel caso di sinistri gravi, come vuole la natura stessa dell'assicurazione – ha dichiarato Gianni Tofanelli, responsabile Relazioni esterne di chiarezza.it, tra i principali portali in Italia per il confronto di polizze assicurative -. L'adeguamento alla Direttiva europea è iniziato nel 2009, quando è stato predisposto un primo aumento significativo dei massimali”. Tutto vero. Il fatto è che un ennesimo aumento difficilmente verrà digerito bene dagli italiani: fra rincari della RCA, imposte provinciali sulla RCA stessa, aumenti dell'IPT, superbollo, accise una via l'altra, è una cascata di rincari sulla testa di chi guida.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Sciopero 10 ottobre 2022

Sciopero 10 ottobre 2022 trasporto pubblico: orari e fasce garantite

Giovani al volante: perché non rispettano le regole?

Preventivass: l’agente non deve usarlo se l’ha già fatto il cliente