RCA in crescita per 1,4 milioni di automobilisti

Rincari per 1,4 milioni di guidatori che hanno causato un sinistro

8 gennaio 2013 - 9:05

Esiste il rincaro RCA per i guidatori virtuosi che non hanno causato un incidente; e poi c'è il massiccio aumento per chi ha provocato un sinistro: secondo quanto rilevato attraverso l'analisi di oltre 500.000 preventivi effettuati negli ultimi 30 giorni, Facile.it , sito leader nella comparazione di polizze RC Auto, ha potuto stabilire che saranno quasi 1.400.000 gli italiani che, avendo causato un incidente con colpa nel 2012, saranno costretti a pagare un premio assicurativo più alto nel 2013.

QUALI CIFRE – Sia pure molto elevata, la cifra è leggermente inferiore a quella registrata lo scorso anno, ma secondo Mauro Giacobbe, Responsabile business unit assicurazioni di Facile.it, “il numero va interpretato alla luce della situazione economica che stiamo vivendo: studi di settore parlano di una riduzione dei chilometri percorsi di circa il 7-8% rispetto al 2011; questo fa diminuire anche la possibilità di causare incidenti, ma dato che i costi complessivi sono in aumento, diventa fondamentale risparmiare dove si può”. Quindi, con la tassazione crescente sull'auto, cui non si riesce a sfuggire, è possibile almeno dare la caccia alla RCA meno costosa, o a quella che offre le condizioni contrattuali migliori.

REGIONE CHE VAI… – Dall'analisi condotta dal comparatore, è emerso che dove le assicurazioni hanno costi più contenuti e il cambio di classe spaventa meno, si denuncia il sinistro più spesso; ecco spiegato il motivo per cui la Toscana, per il quarto anno consecutivo, è in cima alla classifica con il 5,14% di automobilisti che ha dichiarato di aver causato un incidente nel 2012; a seguire si trovano il Lazio (4,76%), e le due isole maggiori; la Sicilia è terza con il  4,69%, la Sardegna quarta con il 4,63%. Tutte attorno al 3,5% di denunce Calabria, Campania e Puglia. Un discorso simile è quello che riguarda le categorie professionali. A denunciare, in proporzione, il maggior numero di sinistri sono stati i pensionati, inquadrati in genere nelle classi di merito migliori: per loro una retrocessione è meno onerosa. Inoltre, ricorrono all'intervento dell'assicurazione anche per danni di piccolo valore che altre categorie tendono a rimborsare di tasca propria.

NIENTE TACITO RINNOVO – Va ricordato che, dal 1° gennaio 2013, con l'abolizione del tacito rinnovo (SicurAUTO.it già lo spiegava a ottobre 2012), gli automobilisti hanno un incentivo in più per cambiare RCA, e le Compagnie, almeno in teoria, dovrebbero essere spinte a diventare più competitive e a mettere in atto strategie di marketing (e di prezzo) per attirare a sé i profili migliori. Non resta che attendere: l'esperienza del passato dice che le novità di legge non hanno portato a riduzioni tariffarie in Italia.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

colonnine ricarica ue

Colonnine di ricarica con POS: la proposta del Parlamento UE

Blocco traffico Roma 4 dicembre 2022: orari e deroghe

Ricarica CCS vs NACS: la presa Tesla è “rischiosa” per i Costruttori