RC Control: utile, ma…

Si chiama RC Control ed è uno strumento elettronico che dimostra se un automobilista è assicurato: utile, ma lascia qualche dubbio

27 giugno 2012 - 6:00

Rca false, tagliandi clonati, Compagnie fantasma che non possono rilasciare polizze in Italia: sono fenomeni in ascesa in Italia, di pari passo con la crisi. Per questo, il Governo pensa da tempo alla dematerializzazione dei tagliandini: Rca elettroniche, subito individuabili delle Forze dell'ordine, come l'RC control.

SCHEDA ELETTRONICA – Viene infatti spesso eluso l'obbligo della legge 990 del 1969 di assicurarsi per la responsabilità civile automobilistica: i veicoli a motore possono essere posti in circolazione su strade di uso pubblico o su aree a queste equiparate solo se coperti dall'assicurazione per la responsabilità civile verso i terzi. Il problema è che in Italia circolano circa 3,5 milioni di auto prive della copertura assicurativa. Per questo, il Centro sviluppo brevetti (Leinì, Torino), in linea con il Decreto legge in materia di Liberalizzazioni varato dal Governo Monti, ha messo a punto il progetto RC Control con l'obiettivo concreto di fornire agli automobilisti, alle Compagnie e alle Istituzioni, un sistema in grado di limitare il problema delle frodi assicurative. La dematerializzazione dei contrassegni che diventeranno elettronici, l'installazione di strumenti elettronici a bordo delle auto sono concetti chiave dell'RC Control, un sistema per il controllo elettronico della responsabilità civile dei trasporti, composto da una scheda con microchip, su cui viene memorizzata la polizza, e da una centralina elettronica che ne legge il contenuto. La scheda contiene tutte le informazioni relative alla polizza tra cui i dati del contraente, la data di effetto e di scadenza, le caratteristiche dell'auto.

FRA TEORIA E REALTÀ – L'RC Control vuole mettere in condizione il contraente di viaggiare in tranquillità, senza avere il timore di subire truffe e/o di averne subite durante la stipula della polizza e in pieno rispetto della privacy, non prevedendo l'impiego di sistemi di rilevamento della posizione (GPS). E questo è un obiettivo che probabilmente il sistema riesce a centrare: potrebbe scendere il numero di vetture non assicurate.  Inoltre il sistema è facilmente interfacciabile con altri strumenti di tutela come ad esempio le cosiddette scatole nere. All'atto della sottoscrizione di una polizza, l'automobilista riceve la propria smart card contenente in formato elettronico tutti i dati della polizza di responsabilità civile e del veicolo assicurato. Una volta inserita la scheda nel terminale RC Control installato a bordo della vettura, un segnale radio confermerà la validità della polizza comunicando in tempo reale con la centrale operativa della Compagnia che potrà altresì verificare immediatamente anomalie e irregolarità avvertendo tempestivamente le forze dell'ordine. Forse, però, il limite sta nella possibilità di cancellare le frodi (Rca fasulle); al massimo, pare plausibile che le truffe vengano ridotte. Anche l'elettronica ha i suoi limiti, come ben dimostrano i furti delle macchine pur dotate dei più sofisticati antifurto elettronici. E ancora: quanto costerà l'apparecchio all'automobilista? Le tariffe Rca saliranno ancora con l'elettronica al posto della carta?

RINNOVO TELEMATICO – Inn ogni caso, di positivo c'è pure che l'RC Control consente all'automobilista di rinnovare il premio alla scadenza in maniera telematica, diventando una carta d'identità del veicolo con la possibilità di implementare altre funzioni quali la memorizzazione degli intervalli di revisione periodica o del pagamento del bollo (la tassa di proprietà).

1 commento

domenico
14:01, 28 giugno 2012

non vedo perchè in Italia non dovrebbe funzionare, si sono messi all'opera i soliti ben pensanti e contestatori di turno. In Inghilterra la polizia lo fa tramite una camera installata su una vettura e poi con una ulteriore verifica online.

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Auto nuove, prezzi sino a +24% rispetto al listino negli USA

Sinistro catastrofale

Sinistro catastrofale: che cos’è e come viene gestito

Trasporto auto elettriche: servono navi speciali “antincendio”