Rc auto: è nata la “super carrozzeria” Unipol

Unipol lancia il primo centro servizi per l'auto. Ma le polemiche non mancano

11 dicembre 2013 - 6:00

SicurAUTO.it lo aveva profetizzato parecchio tempo fa: il 28 ottobre, scrivevamo che stava per nascere l'hub riparazione, il centro raccolta auto incidentate di Unipol. E adesso ecco la conferma: è stato appena inaugurato a Casalecchio di Reno (Bologna) il primo Centro servizi Unipol, una struttura unica in Europa (stando a quanto dice la Compagnia), attraverso la quale l'Assicurazione fornirà “un servizio – così dice l'impresa – a elevato valore aggiunto alla clientela, aiutando gli assicurati nella gestione integrata di tutte le fasi del sinistro: apertura, perizia, liquidazione monetaria o riparazione”.

QUALI OBIETTIVI – Il progetto è stato pensato e realizzato per, sostiene la socetà, “garantire una esperienza innovativa e distintiva ai clienti Unipol: l'assicurato potrà veder gestite e risolte – con il minimo disagio e in tempi molto ristretti – tutte le incombenze che scaturiscono in caso di danno al proprio veicolo”. Prima ancora di denunciare il sinistro, dal lunedì al venerdì dalle 8.00 alle 20.00 e il sabato mattina dalle 8.00 alle 13.30, senza necessità di appuntamento, l'assicurato potrà recarsi presso il Centro servizi Unipol. Qui avrà la possibilità di aprire la pratica, ottenere una perizia e (in caso non optasse per la riparazione) una liquidazione monetaria in tempo reale, grazie alla presenza nel Centro di periti e liquidatori. Invece, nell'ipotesi della riparazione, il personale ne illustrerà al cliente le modalità, prenderà in carico il veicolo, organizzerà l'intervento presso un network di carrozzerie selezionate e riconsegnerà il mezzo presso il Centro con, sostiene l'Assicurazione, “certezza sui tempi di riparazione e con ricambi originali e garantiti”. In questa occasione, il Centro servizi offrirà al cliente servizi di mobilità alternativa, come un'auto sostitutiva o un buono taxi.

IDEM PER I CRISTALLI – La struttura di Casalecchio di Reno si occuperà anche interventi sui cristalli, grazie alla presenza all'interno di un punto MyGlass, il nuovo operatore specializzato nella riparazione e sostituzione dei cristalli auto. La riparazione del danno agli assicurati coperti dalla garanzia “cristalli” avverrà senza alcun esborso di denaro. Le attività del Centro servizi Unipol, attualmente disponibili per i clienti di Unipol Assicurazioni, saranno estese nella prima metà del 2014 anche agli assicurati di Fondiaria-Sai e, per il nuovo anno, sono previste ulteriori aperture in alcune delle principali città italiane, a partire da Milano e Roma. “Il varo di questo progetto – ha affermato Giacomo Lovati, direttore sinistri di Unipol Assicurazioni – conferma ancora una volta l'approccio innovativo di Unipol nel settore assicurativo così come già avvenuto con l'introduzione della scatola nera, mercato sul quale siamo leader in Europa con oltre 1 milione di dispositivi installati. Il Centro servizi rappresenta il modo di Unipol di ‘fare assicurazione' e di essere vicino al cliente: i servizi e la sicurezza, insieme alla convenienza, sono i punti chiave su cui vogliamo concentrare le nostre risorse nella direzione di un rapporto etico, equo, e sempre migliore con il cliente”.

LA PAROLA A FEDERCARROZZIERI – Ma non mancano le polemiche, specie da parte di Davide Galli, presidente di Federcarrozzieri: “Questa iniziativa di Unipol metterà a repentaglio non solo i carrozzieri indipendenti, ma anche i fiduciari. Proprio quelli che fino a oggi pensavano di essere i privilegiati delle Compagnie. E ancora: se un'Assicurazione punta al centro raccolta auto incidentate, le altre imprese potrebbero seguirne l'esempio. Per eliminare la concorrenza fra carrozzerie, gestire tutto direttamente, avere il controllo pieno dei tempi e dei modi di riparazione. Una dittatura della riparazione”. Insomma, una sorta di risarcimento in forma specifica “molto spinto”, con il cliente che viene immediatamente dirottato verso il carrozziere convenzionato per la riparazione del mezzo: una regola che il Governo Letta (e in particolare il ministero dello Sviluppo economico) vuole introdurre, dopo l'insistente pressing dell'Ania (l'Associazione delle Assicurazioni) affinché questa norma divenga realtà.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Safety Days 2022

Safety Days 2022: zero vittime della strada in 12 Paesi UE

Targhe estere UE boccia il divieto

Targa personalizzata auto: si può avere in Italia?

Offerte auto con rottamazione

Offerte auto con rottamazione: ottobre 2022