Range Rover Sport, la nuova Suv made in UK

La seconda generazione della Range Rover Sport dimagrisce di 400 kg e diventa più civile

10 aprile 2013 - 12:37

Quando si parla di Land Rover viene naturale pensare subito al fuoristrada e alla vita all'aria aperta. Con tutta probabilità è il marchio di 4×4 più famoso del mondo, non fosse altro che per l'incalcolabile numero di Defender che fanno parte degli eserciti e dei corpi di polizia di tutto il mondo. Poi c'è la Range Rover, che prima rappresentava solo un modello e ora si sta definendo come un sotto-brand che fa storia a sé. È iniziato tutto nel 1970, quando sono state prodotte le prime 86 Range Rover. Erano tutte uguali, con motore V8 a benzina di origine Buick, cambio manuale a 4 marcia, trazione integrale permanente e carrozzeria a tre porte.

NASCE IL CONCETTO DI SUV – Della Range Rover si è sempre detto che abbia inventato il concetto di Suv ed è una affermazione che si può condividere. Mai prima di lei una fuoristrada aveva avuto l'ambizione di mettere le ruote sull'asfalto, se non per brevi trasferimenti tra un campo e una mulattiera. La prima serie della Range è stata prodotta per oltre 25 anni, fino al 1996, evolvendosi continuamente fino a diventare una vera e propria auto di lusso, con equipaggiamenti come gli interni in pelle Connoly o l'aria condizionata. Ma il DNA Land Rover non viene mai meno, come dimostrano le vittorie nella Parigi-Dakar del 1979 e del 1981.

LA FILOSOFIA RANGE – Nel 1994 nasce la seconda serie, che punta ancora di più sul lusso, pur mantenendo ottime capacità in fuoristrada. Ma la svolta arriva nel 2008, quando Land Rover viene venduta da Ford al gruppo indiano Tata. La prima Range Rover Sport era nata da 3 anni e, viste le tendenze del mercato che vedeva l'inarrestabile crescita dei Suv, si decide di ampliare la gamma verso il basso e di creare la Evoque. Il successo di questa strategia è sotto gli occhi di tutti. La piccola Range piace così tanto che è disponibile anche a due ruote motrici, per tutti quelli che sognano l'avventura ma si accontentano di immaginarla.

RANGE ROVER SPORT – La nuova Range Rover Sport è stata è progettata insieme alla nuova Range Rover, con la quale condivide il 25 % dei componenti e il nuovo spaceframe in alluminio che ha consentito un alleggerimento di oltre 400 kg rispetto alla generazione precedente. La Sport, rispetto alla sorella maggiore, è più corta di 15 cm e pesa 45 kg in meno, pur mantenendo l'opzione dei 5 posti + 2. La versatilità rimane una caratteristica peculiare di quest'auto, che monta di serie un sofisticato sistema di sospensioni pneumatiche in grado di variare l'altezza da terra fino a 18,5 cm, per affrontare nel migliore dei modi tutte le situazioni, dalla guida in off-road puro a quella autostradale.

DUE TRAZIONI PER TUTTI I GUSTI – Come dicevamo prima, non tutti impegneranno la Range Sport nel fuoristrada estremo, per cui, al momento dell'ordine, si può scegliere tra due sistemi di trazione integrale. Il primo è quello classico, con trazione integrale permanente (50% anteriore e 50% posteriore), marce ridotte e differenziali bloccabili. Il secondo, più leggero di 18 kg, rinuncia alle ridotte, ai differenziali bloccabili e ne adotta uno Torsen centrale che ripartisce la coppia sui due assi, con una percentuale di base del 42% all'anteriore e del 58% al posteriore. I motori, invece, sono tutti condivisi con le Jaguar. Ci sono due 3 litri V6, uno a benzina da 340 CV e due diesel da 258 e 292 CV; al top si posiziona il 5.0 V8 da 510 CV.

SICURA E DINAMICA – Controllare la dinamica di un'auto che supera le due tonnellate e ha un baricentro alto non è uno scherzo. Land Rover ha sviluppato una serie di sistemi elettronici che agiscono praticamente su tutti i parametri dell'auto. Sotto il nome di Adaptive Dynamics si celano una serie di algoritmi che controllano le sospensioni pneumatiche, i differenziali, i freni, il motore e il cambio, donando alla Range un handling sicuro e piacevole in tutte le condizioni. Il Terrain Response 2 si occupa della marcia in fuoristrada, regolando il veicolo a seconda del tipo di fondo che si sta affrontando. Anche la sicurezza passiva è al top, gli airbag di serie sono otto e le cinture di sicurezza anteriori sono attive. Non è ancora stata testata dall' Euro NCAP ma la Range Rover “normale” ha ottenuto le 5 stelle. Arriverà sul mercato nel terzo trimestre 2013.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Cupra Born elettrica al top nelle prove di Green NCAP

Sciopero 10 ottobre 2022

Sciopero 10 ottobre 2022 trasporto pubblico: orari e fasce garantite

Giovani al volante: perché non rispettano le regole?