Pressione pneumatici: in arrivo il TPMS aftermarket per i camion

Continental presenta il primo sistema di monitoraggio universale della pressione per gli pneumatici di tutte le marche

5 novembre 2012 - 7:00

Dal 2013 la sicurezza dei veicoli commerciali non sarà più un optional riservato ai soli mezzi di nuova concezione. Al recente IAA di Hannover, il salone motoristico internazionale dedicato ai veicoli commerciali, Continental ha presentato un innovativo sistema di monitoraggio della pressione degli pneumatici aftermarket che segue l'obbligo in vigore dallo scorso 1 novembre per le nuove auto, voluto dalla Comunità europea.

LA SICUREZZA HA 8 RUOTE – Tenere sotto controllo la pressione degli pneumatici di un mezzo pesante, che viaggia in media su 6 o anche 8 ruote, non è così immediato quanto controllare quella di un'utilitaria, eppure sono molti gli automobilisti che viaggiano con le ruote sgonfie. “I nostri studi dimostrano che oltre il 90% dei problemi connessi ai pneumatici sono preceduti da perdite di pressione non rilevate. Grazie a ContiPressureCheck queste perdite possono essere individuate per tempo ed i problemi connessi risolti prima che possano causare il fermo in emergenza del veicolo” dichiara Herbert Mensching, Responsabile Marketing&Sales Continental Truck Tires EMEA. Il sistema ContiPressureCheck garantirà una maggiore sicurezza della viabilità e minori consumi di carburante su tutti i mezzi da trasporto e tutte le marche di pneumatici. I dati raccolti dall'azienda in Germania rivelano che il 12% dei veicoli commerciali viaggia con pneumatici non correttamente gonfiati e le conseguenze si traducono quasi sempre in un consumo disomogeneo e la prematura usura del battistrada oltre a costi di gestione superiori e il rischio di provocare incidenti stradali per i detriti lasciati sull'asfalto in caso di esplosione.

CONTROLLO ATTIVO – Il sistema TPMS aftermarket realizzato da Continental aprirà le porte a una mobilità ecosostenibile e sicura per bus e camion, controllando la pressione e la temperatura attraverso i sensori incollati all'interno della carcassa. Il conducente del mezzo avrà sempre sotto controllo la pressione e la temperatura di ogni pneumatico, visualizzate su un display wireless all'interno della cabina. I sensori compatibili con ogni marca di pneumatici e riutilizzabili per tutta la durata di carica della batteria interna, sono la risposta più efficiente ed economica per contenere i costi di gestione di grandi autoparchi. Il sistema innovativo e compatto ContiPressureCheck è costituito dai sensori, dal processore che analizza i dati misurati e da un trasmettitore wireless protetti in un involucro di gomma posto all'interno del battistrada.

DURA PIU' DELLA GOMMA – Continental assicura che il montaggio del sistema intelligente ed economico per il monitoraggio della pressione è immediato ed eseguibile anche su pneumatici già in uso, purché siano in buone condizioni. In caso di cambio degli pneumatici, invece, il modulo può essere rimosso e installato su quelli nuovi. La batteria avrà una durata pari a 6 anni o 600.000 km che dovrebbe bastare per oltre un ciclo di vita delle gomme di autobus, rimorchi e semirimorchi. Secondo i piani dell'azienda, il lancio di ContiPressureCheck avverrà in Europa dal 2013, partendo da Germania, Polonia, Belgio, Olanda, Lussemburgo e Turchia e poi sarà commercializzato anche negli altri mercati europei ma non è ancora noto il prezzo proposto al pubblico.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Trump – Biden: tasse e incentivi auto al centro delle elezioni USA 2020

Consiglio acquisto crossover: budget fino a 15.000 euro

Radiazione auto

Bollo auto non pagato: sanzioni, interessi e radiazione