Polizia Municipale e vigilanza su strade non comunali

La Polizia Municipale non può contestare qualsivoglia tipo di infrazione al Codice della Strada su arterie viarie che non siano di proprietà dell'ente comunale di cui tale Corpo sia organo. E'...

22 Ottobre 2004 - 10:10

La Polizia Municipale non può contestare qualsivoglia tipo di infrazione al Codice della Strada su arterie viarie che non siano di proprietà dell'ente comunale di cui tale Corpo sia organo.

E' quanto hanno sancito due importanti sentenze pronunciate rispettivamente in data 11 febbraio 2003 dal Giudice di Pace del Mandamento di Maglie (in provincia di Lecce) e in data 28 gennaio 2004 col numero 2952 dal Giudice di Pace del Mandamento di Cosenza.

Sia il magistrato salentino sia il collega calabrese hanno annullato verbali di contestazione di infrazioni al Codice della Strada elevati dalla Polizia Municipale di due piccoli centri dell'hinterland cosentino e leccese su una strada statale e su una strada provinciale.

A motivo delle riportate decisioni l'applicazione dell'articolo 5 lettera b della legge 07 marzo 1986 numero 65, secondo cui la Polizia Municipale è titolare di funzioni di Polizia Stradale solo sulle arterie viarie di proprietà dell'Ente Locale di cui sia organo.

Le pronunce dei Giudici di Pace Luigi Palese (a Maglie) e Francesca Baiardi (a Cosenza) rappresenteranno, almeno si spera, un freno agli abusi quotidianamente perpetrati da parte dei Comuni che, pur di raggranellare denaro per le proprie casse, tendono trappole agli utenti della strada ignari di una simile situazione e quindi costretti a sborsare ingenti somme di cui non dovrebbero essere affatto debitori.

Fonte: Unione Consulenti

Commenta con la tua opinione

X