Polizia municipale di Arezzo: meno multe e più sicurezza

Più sicurezza urbana e maggior attenzione alla sicurezza della circolazione, con il potenziamento di tutte le attività.

3 marzo 2011 - 10:23

Più sicurezza urbana e maggior attenzione alla sicurezza della circolazione, con il potenziamento di tutte le attività. Meno violazioni al Codice della strada, più tutela del consumatore, grazie ai numerosi controlli presso gli esercizi commerciali. Triplicata la vigilanza davanti alle scuole. In aumento il pattugliamento nelle frazioni e la presenza nei parchi e nei giardini. Maggiori controlli su persone e mezzi.
Il comandante Luciano Soranno, il presidente di Unione Terre verdiane Giorgio Quarantelli con il vice con delega alla Sicurezza e sindaco di Fidenza Mario Cantini, hanno presentato i dati ed il nuovo corso dell'attività della Polizia municipale. «Una forte idea di legalità e di servizio: un concetto che significa, da un lato, trasparenza verso i cittadini – si pensi ad esempio ai controlli della velocità, annunciati attraverso l'informazione preventiva sul portale web di Unione Terre verdiane e sui quotidiani locali – dall'altro la volontà di sostenere una visione etica e deontologica della professione». Così il comandante del Corpo Unico della Polizia municipale dell'Unione Terre verdiane Luciano Soranno ha introdotto la relazione annuale che sintetizza «il lavoro degli operatori della Polizia municipale a favore della collettività e del territorio».

Più cultura di prevenzione sulle strade e più vigilanza nei paesi – «L'Unione ha avviato nel 2010 un forte percorso di miglioramento del proprio assetto organizzativo e gestionale testimoniato dagli importanti risultati raggiunti che fanno ritenere come il 2011 possa segnare lo sviluppo di ulteriori azioni di potenziamento delle politiche per la sicurezza», ha evidenziato il vice presidente Mario Cantini. Anche il presidente Giorgio Quarantelli ha commentato la scelta di comunicare dal portale www.terreverdiane.com le date dei controlli con autovelox e telelaser. «E' indice di rispetto verso il nostro territorio: gli accessi al sito web sono in crescita e la rubrica Polizia Informa è efficace». Più cultura di prevenzione sulle strade e più vigilanza nei paesi per migliorare la percezione di sicurezza: ecco ciò che chiede il cittadino. «Le modalità di svolgimento del servizio sono state influenzate dalle grandi trasformazioni di questi ultimi anni: dal bisogno di sicurezza dei cittadini, dall'esigenza di garantire e gestire la fruibilità degli spazi pubblici, dalla necessità di prevenire e reprimere alcuni comportamenti all'origine degli incidenti stradali, dall'utilità di studiare e analizzare i flussi in entrata ed uscita dai quartieri o dalle città, fino all'opportunità di intervenire sulle situazioni che possono scadere in degrado urbano», afferma Soranno.

Una particolare attenzione è stata rivolta al presidio dei plessi scolastici ed alle intersezioni stradali, unitamente al personale ausiliario, per garantire una maggiore sicurezza della circolazione. «Gli agenti stanno riscontrando come le persone valutino positivamente la “presenza della divisa” nei luoghi di aggregazione e come la ritengano utile e rassicurante. Al contempo gli operatori sentono di aver raggiunto un obiettivo significativo quando riescono ad instaurare un buon rapporto di fiducia con le persone», ha sottolineato il comandante Soranno. «La strada intrapresa nei rapporti con i cittadini appare corretta: continueremo a lavorare di più e meglio in quest'ottica – ha aggiunto Soranno – con l'intento di soddisfare il più possibile le richieste della gente; potenzieremo l'attività del “vigile di quartiere”, caratterizzandola con una particolare propensione all'ascolto e alla gestione dei problemi in strada. Buona parte del servizio è stato dedicato alla sicurezza della circolazione e specificatamente a contrastare il fenomeno delle stragi del sabato sera. Le sanzioni per violazioni al Codice della Strada sono nel complesso diminuite ed in maniera rilevante è diminuito il contenzioso. Il dato positivo è rappresentato dalla diminuzione del numero delle violazioni al Codice della strada, ma ancor più dalla conferma che le infrazioni nel corso di questi ultimi anni si sono fortemente ridimensionate, segno evidente dell'incisività dei controlli, ma soprattutto di una maggiore attenzione e rispetto delle norme da parte degli utenti della strada». «Un ringraziamento a tutto il personale – ha concluso il comandante Soranno – per l'impegno e l'attività svolta nell'anno trascorso».

Fonte – gazzettadiparma.it

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Gli italiani fanno meno km degli altri automobilisti in Europa

Metano auto

Metano auto: aumento del contributo gestione bombole dal 1° ottobre

Come guadagnare un reddito extra dal proprio garage