Peugeot 208 eletta “Auto Europa 2013”

E' stata scelta tra 15 quindici finaliste al termine di una 2 giorni intensa tra test drive, esercizi di guida sicura e convegni

16 ottobre 2012 - 10:10

L'UIGA, Unione Italiana Giornalisti dell'Automotive, ha organizzato un evento in 2 giornate (il 12 e il 13 Ottobre) che ha visto protagoniste 15 vetture che si sono contese il premio di Auto Europa 2013. Una sessantina i giornalisti presenti all'evento che, dopo aver sottoposto le candidate ad attenti test drive lungo un percorso breve ma completo (comprendeva tratti in centro urbano, extraurbano e autostrada) hanno votato la vettura che hanno reputato la più adatta al titolo di migliore vettura europea dell'anno. SicurAUTO è stato presente all'evento in veste di “osservatore speciale”.

LE CONCORRENTI – A contendersi il premio tantissime berline, cittadine e Suv: Audi A3, Audi Q3, Bmw nuova Serie 3/Bmw nuova Serie 3 SW, Citroën DS5, Dacia Lodgy, Fiat 500L, Ford B-Max, Hyundai i30 berlina/Hyundai i30 SW, Kia nuova Cee'd/Kia nuova Cee'd SW, Mercedes Classe A, Mercedes SL, Peugeot 208, Toyota Yaris, Volvo V40, VW Up! Tra le sportive invece hanno concorso Ferrari 458 Spider, Jaguar XKR S, Lamborghini Gallardo 2WD, Maserati Granturismo Sport e Porsche 911 coupé.

AMBIENTE – Dopo i test drive del venerdì, nella giornata di Sabato, all'interno del centro congressi di Eataly, si sono affrontati temi di ecologia ed economia; l'UIGA ha infatti organizzato una tavola rotonda dal titolo: “Green economy e automobile, proposte per rilanciare il Paese”, durante la quale si è svolto un confronto tra eminenti personaggi del settore automotive. Tra gli altri sono intervenuti: Romano Valente (Direttore Generale UNRAE), Roberto Vavassori (Presidente ANFIA), Ermanno Fugazza (Presidente di ASSOGOMMA) e Gian Primo Quagliano (Pres. Centro Studi Promotor GL Events). Molti i temi affrontati tra i quali i problemi di natura legale-giudiziaria (l'Italia è al 158° posto nel mondo per efficienza), l'elevato costo energetico che colpisce le imprese italiane e la scarsa efficienza del sistema di mercato (in questo caso siamo al 123° posto). Importante, infine, anche lo spazio dedicato alla nuova normativa sui pneumatici che prevede la presenza di una nuova etichetta sui pneumatici e che entrerà in vigore il primo novembre prossimo.

SICUREZZA – L'UIGA persegue il percorso di formazione e informazione lanciato dal nuovo Presidente Marina Terpolilli (prima donna a ricoprire questa carica in più di cinquant'anni di storia dell'associazione). Formazione che ha permesso ai soci dell'associazione, ma anche ai giornalisti non associati, di effettuare sul tracciato di guida sicura di Vallelunga esercizi di guida sicura utilizzando strumenti come lo skid (che simula una perdita di aderenza del posteriore sul ghiaccio), il simulatore di guida (utilizzato della scuole guida aderenti al progetto Ready2Go) e la pista a bassa aderenza. Sullo stesso filone si inserisce l'informazione, perchè i giornalisti presenti riporteranno ai propri lettori (ce lo auguriamo) quanto sia importante una guida attenta e concentrata, che tenga conto degli altri utenti della strada, ma anche delle proprie condizioni fisiche e lo stato della propria autovettura; questi ultimi fattori, insieme alle condizioni del manto stradale, possono infatti costituire un potenziale pericolo creando situazioni di grande rischio per tutti gli utenti della strada.

VINCE LA PEUGEOT 208 – A seguito delle votazioni effettuate dai giornalisti UIGA, tutte nominative e non segrete, la giuria ha eletto Auto Europa 2013 la Peugeot 208, al secondo posto la Citroën DS5 e al terzo la Fiat 500L. Tra le sportive trionfo della Ferrrari 458 spider che ha preceduto la Porsche 911 e la Jaguar XKR S, entrambe al secondo posto. Altri premi assegnati sono stati la “Tartaruga d’Oro” (premio al giovane pilota che più si è messo in luce nella stagione) vinta da Riccardo Agostini e il “Green Gold Award”, un trofeo destinato all'automobile che ha saputo distinguersi sul mercato delle “ecologiche ma possibili”, incarnando al meglio i valori di mobilità sostenibile e innovazione, e che è andato alla Toyota Yaris HSD.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Gli italiani fanno meno km degli altri automobilisti in Europa

Metano auto

Metano auto: aumento del contributo gestione bombole dal 1° ottobre

Come guadagnare un reddito extra dal proprio garage