Patente a punti: Mungari (Inail) fa diminuire infortuni lavoro

(AGI) - Roma, 6 mar - "I primi dati sull'andamento infortunistico del 2003 - ha dichiarato il presidente dell'Inail Vincenzo Mungari commentando i dati diffusi oggi - confermano il trend in...

7 marzo 2004 - 10:14

(AGI) – Roma, 6 mar – “I primi dati sull'andamento infortunistico del 2003 – ha dichiarato il presidente dell'Inail Vincenzo Mungari commentando i dati diffusi oggi – confermano il trend in diminuzione gia' evidenziatosi lo scorso anno. Le iniziative spese per favorire gli investimenti in sicurezza danno frutti. Tale processo deve essere sempre piu' alimentato da una strutturata collaborazione tra tutti i soggetti pubblici che si occupano di sicurezza ed assicurando costantemente la bilateralita' sul territorio del confronto tra istituzioni e parti sociali”.

Mungari, intervenuto a Napoli a una inziativa congiunta Inail-Anmil per l'8 marzo, nel ricordare che occorre comunque attendere il consolidamento dei dati prima di poter fare una valutazione definitiva sull'andamento infortunistico, ha sottolineato come la “patente a punti” abbia innescato un trend positivo di diminuzione degli incidenti stradali e, conseguentemente, anche degli infortuni sul lavoro, soprattutto di quelli piu' gravi e mortali. “L'attenzione costante a chi viaggia per lavoro o anche a chi viaggia per raggiungere il posto di lavoro ci ha spinto ad effettuare campagne specifiche per la sicurezza stradale. Stiamo pensando ad analoghe iniziative a sostegno delle politiche governative sulla patente a punti che si e' dimostrata una misura provvidenziale per innescare una spirale virtuosa di contrazione degli incidenti”.

Per Mungari, “e' indubbio che sulla riduzione del numero degli infortuni mortali (1311 nel 2003 contro 1418 del 2002) ha inciso sicuramente il fenomeno specifico sulle strade dal momento che per gli infortuni in itinere (casa lavoro e lavoro casa) si e' passati da 327 del 2002 a 262 del 2003”.

Su altre due direttrici inoltre, secondo Mungari, occorre che si muovano l'Inail e gli altri soggetti pubblici per “fare” davvero prevenzione. “Nei giorni scorsi ho illustrato alle commissioni Lavoro di camera e senato le proposte dell'Istituto in ordine al coordinamento delle forze ispettive: un modello concertativo che puo' essere espresso solo da un'intesa tra i corpi ispettivi dei diversi enti, che consenta di attuare tempestivamente piani comuni per recuperare l'evasione e nello stesso tempo di dare risposte mirate alle esigenze istituzionali dei singoli enti.” Infine il presidente dell'Inail ha sottolineato l'efficacia di iniziative come quella illustrata oggi a Napoli (progetto “Tracce di Eva in percorsi operosi”) in quanto ritiene che sviluppino una cultura della sicurezza ad ampio raggio.

“Ricorrere a tutti i possibili linguaggi e a tutte le possibili occasioni e' l'humus indispensabile nel quale coltivare e far crescere successivamente – ha sottolineato – iniziative formative specifiche per i lavoratori e, in particolare, per le lavoratrici”. Il presidente ha rilevato come la diminuzione degli infortuni per le donne sia stata nel 2003 meno accentuata di quella degli uomini (1,2% contro 1,9%). E questo sia perche' le donne stanno progressivamente cominciando a sostituire gli uomini in lavori tradizionalmente a rischio sia perche' manca ancora una cultura dei “nuovi lavori” delle donne che troppe volte si trovano a lavorare con macchine progettate e prodotte per un'ergonomia al maschile.

Il progetto Anmil-Inail, incentrato su un concorso nazionale per un testo teatrale che ha per soggetto le donne, la sicurezza sul lavoro e l'infortunio e' stato illustrato nel corso di una conferenza stampa a Napoli e sara' rilanciato domani sera nel corso di un evento spettacolo con Enrico Brignano al Palapartenope di Napoli.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Safety Days 2022

Safety Days 2022: zero vittime della strada in 12 Paesi UE

Targhe estere UE boccia il divieto

Targa personalizzata auto: si può avere in Italia?

Offerte auto con rottamazione

Offerte auto con rottamazione: ottobre 2022