Parma aderisce a 'Siamo tutti pedoni”'

Gli alunni della Sanvitale - Fra Salimbene hanno consegnato un opuscolo agli automobilisti. Anche Parma ha aderito alla campagna nazionale per la sicurezza stradale "Siamo tutti pedoni" ...

31 maggio 2010 - 21:16

Gli alunni della Sanvitale – Fra Salimbene hanno consegnato un opuscolo agli automobilisti.

Anche Parma ha aderito alla campagna nazionale per la sicurezza stradale “Siamo tutti pedoni” iniziativa a respiro nazionale finalizzata a sensibilizzare gli automobilisti sui cosiddetti utenti “deboli della strada”, in coerenza con altre iniziative promosse da tempo dall'Amministrazione sui temi della sicurezza stradale.

L'iniziativa vede coinvolta una classe elementare dell'Istituto Comprensivo Sanvitale – Frasalimbene che, con l'ausilio di una pattuglia della Polizia Municipale, ha consegnato all'intersezione semaforica di via Mazzini / Garibaldi, agli automobilisti in attesa del verde, un opuscolo che con l'ironia delle vignette dei più grandi disegnatori italiani, unitamente alla voce di personaggi famosi, inviterà chi guida a meditare ed a tenere comportamenti maggiormente responsabili e prudenti.
Una campagna di sensibilizzazione che conta sull'Alto Patronato del Presidente della Repubblica e vede coinvolte istituzioni, associazioni e scuole e che si pone come scopo quello di fare riflettere sulle tragedie che coinvolgono gli utenti deboli della strada: i pedoni.
I numeri infatti parlano chiaro, ogni anno sulle strade italiane perdono la vita 600 pedoni di cui il 30% durante l'attraversamento della sede stradale sulle strisce pedonali, più di 20.000 restano feriti ed oltre il 50% delle vittime ha più di 65 anni.
Numeri degni di un bollettino di guerra che si accompagnano ad un dolore reso ancora più acuto dalla consapevolezza che molte tragedie potrebbero essere evitate con il semplice rispetto delle regole da parte di chi guida. Anche se ne nostro territorio i dati parlano di una diminuzione di incidenti (1.668 negli ultimi 12 mesi, -3,2% rispetto all'anno passato), le vittime tra i pedoni restano ancora troppe.

LE DICHIARAZIONI
L'assessore alla Sicurezza, Fabio Fecci, afferma: “Se da un lato fa piacere rilevare come gli incidenti nel Parmense siano sensibilmente diminuiti negli ultimi 12 mesi, fa comunque riflettere il fatto che siano ancora troppo alto il numero di vittime ed in particolare di pedoni, utenti deboli della strada. L'iniziativa di oggi rientra nell'ottica di educazione alla legalità ed al rispetto delle regole che vede coinvolti, in collaborazione con la Polizia Municipale, i bambini, che costituiscono all'interno della categoria degli utenti della strada quelli più a rischio. Abbiamo aderito a questa importante campagna nazionale sottolineando l'impegno costante e quotidiano di tutti coloro che vigilano sulla sicurezza nelle strade, Polizia di Stato, Carabinieri ma anche il personale della Polizia Municipale”.
L'assessore alla Mobilità, Davide Mora, rimarca: “E' uno dei nostri obiettivi strategici lavorare sulla mobilità pedonale e ciclabile per garantire una maggiore sicurezza di ciclisti e pedoni. Per questo, attraverso il piano pedonale e il Biciplan, verranno investite importanti risorse per migliorare strade, piste ciclabili e attraversamenti pedonali. In particolare, il piano pedonale focalizza l'attenzione sui rischi del pedone, lavorando per migliorare la sicurezza degli attraversamenti, soprattutto in prossimità degli incroci, anche tramite l'installazione di semafori a chiamata. Il Biciplan invece è pensato per dar vita a interventi infrastrutturali per i ciclisti”.

fonte – parmadaily.it

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Sciopero 10 ottobre 2022

Sciopero 10 ottobre 2022 trasporto pubblico: orari e fasce garantite

Giovani al volante: perché non rispettano le regole?

Preventivass: l’agente non deve usarlo se l’ha già fatto il cliente