Parcheggi revocati, ma i vigili continuano a sostare ugualmente in via del Corso

Prima riserva i posti per le auto di servizio dei suoi agenti nel bel mezzo di via del Corso a due passi dalla sede di via Montecatini. Poi il comandante del primo gruppo della polizia ...

13 maggio 2010 - 12:38

Prima riserva i posti per le auto di servizio dei suoi agenti nel bel mezzo di via del Corso a due passi dalla sede di via Montecatini. Poi il comandante del primo gruppo della polizia municipale di Roma si rende conto che probabilmente si è trattato di un provvedimento “inopportuno” e anche rischioso per la viabilità poiché costringe i numerosi autobus che transitano su quella strada a manovre complicatissime. E allora fa dietrofront chiedendo al Comune, che li aveva appena realizzati, di cancellarli.

«Avevamo bisogno di posti e abbiamo fatto un esperimento – ha spiegato Caioni il 25 aprile – Ma è andato male. Stiamo già provvedendo a ripristinare tutto come prima». E così in queste due settimane il cartello che riservava il parcheggio ai vigili è stato rimosso. Le strisce gialle, invece, sono rimaste in bella evidenza. E gli agenti del primo gruppo hanno continuato tranquillamente a parcheggiare nei posti che il loro comandante ha ordinato di annullare.
Sembra una barzelletta. Ma non è così. E' tutto vero e ai migliaia di cittadini che ogni giorno transitano su via del Corso non viene per niente da ridere. Soprattutto ai pedoni che attraversano le strisce pedonali attaccate a quei posteggi (ma il codice della strada lo permette?) e agli utenti della vicina fermata del bus che sono costretti a pericolose traiettorie per riuscire a salire e scendere dal pullman. «Prima annunciano che toglieranno i posti riservati e poi ci parcheggiano lo stesso – si lamenta il signor Giovanni R. – Che sia introvabile la vernice per cancellare le strisce gialle? O siamo stati semplicemente presi in giro?».

Per carità, in centro storico di soste selvagge e parcheggi galeotti se ne vedono di peggio. Alcuni sanzionati. Altri purtroppo la fanno franca. Ma sono comunque opera di semplici cittadini (seppur maleducati) e non di chi, almeno sul rispetto del codice della strada, dovrebbe dare l'esempio.
«Su questa storia non voglio rilasciare alcuna intervista», taglia corto il comandante del primo gruppo, Caioni, che però conferma di aver scritto almeno due volta al VII dipartimento (Mobilità) per chiedere che vengano cancellate le strisce gialle che delimitano i posti riservati ai vigili urbani su via del Corso. E aggiunge: «Mica è colpa nostra se non l'hanno ancora fatto».

Il comandante generale della Municipale prova a metterci una pezza: «Il gruppo di via Montecatini ha un indubbio problema per i posti delle auto di servizio – spiega Angelo Giuliani – Non a caso entro l'anno o subito dopo la sede verrà trasferita vicino al Circo Massimo». E conclude: «Riservare dei posti per le auto dei vigili 24 ore su 24 non è un provvedimento opportuno in una strada particolare come via del Corso ma è anche vero che per esigenze di servizio, in caso di urgenza, le nostre vetture possono sostare ovunque. Anche lì, se ad esempio, bisogna riportare al comando merce sequestrata o delle persone in stato di fermo».

fonte – ilmessaggero.it

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Auto nuove, prezzi sino a +24% rispetto al listino negli USA

Trasporto auto elettriche: servono navi speciali “antincendio”

Auto nuove: i sistemi di sicurezza fondamentali per Global NCAP