Palermo: il 50% dei Vigili in ferie

Il 50% dei vigili di Palermo in ferie in pieno agosto: traffico nel caos nelle zone balneari

22 agosto 2012 - 10:40

Come denuncia repubblica.it, in pieno agosto, a Palermo, i Vigili in ferie sono ben 650 su 1560, più 100 in permesso: metà caschi bianchi assenti. E così nelle borgate marinare la viabilità va in tilt.

MONDELLO KO – Se di giorno il traffico nelle vie del centro è ridotto perché anche i cittadini sono in ferie, nelle borgate marinare, come Mondello, si registrano problemi alla circolazione. È pur vero che i Vigili svolgono il proprio dovere, ma fanno quello che possono in relazione al numero di agenti (pochi) e di veicoli (numerosi). A peggiorare le cose, nelle rimesse dell'Amat (bus) mancano 160 autisti, ossia il 20 per cento del totale. Mentre gli autobus per strada sono scesi da 310 a 270, incluse le linee gran turismo e le navette che vengono destinate al potenziamento dei collegamenti tra Palermo e Mondello. Così le attese alle fermate si fanno lunghissime, specie all'ora di pranzo e la sera. Problema analogo all'Amia Essemme (raccolta spazzatura), dove manca un centinaio di spazzini, cioè un quinto.

ZERO VOCI UFFICIALI – SicurAUTO.it ha più volte tentato di mettersi in contatto con la Polizia municipale, con risultati deludenti: i responsabili erano irraggiungibili. Ci atteniamo alle cifre ufficiali, seppure di giugno: gli ultimi dati aggiornati disponibili sul sito internet del Comune dicono l'ufficio con più assenze è stato il reparto mobilità della Polizia municipale con il 26,9% del personale non in servizio. Sul sito dei Vigili, resta la frase iniziale: “La Polizia municipale è il biglietto da visita dell'Amministrazione cittadina”. Appunto. Nessuno che sia si sognato di rispondere alle accuse lanciate alla Polizia.

ALTRO PROBLEMA – Inoltre, appena 200 vigili sono in servizio il sabato, divisi su ben cinque turni. E la domenica scendono a 160: pochi per la quinta città d'Italia che d'estate deve fronteggiare parcheggiatori abusivi e afflusso di turisti. A non rasserenare il clima, c'è pure una questione esplosa a inizio agosto: settecento agenti della Polizia municipale chiedono un incontro con il sindaco, Leoluca Orlando, perché si ritengono danneggiati da un bando e da una graduatoria del 2009. In particolare, i Vigili non digeriscono la detrazione di punti alle donne assenti dal servizio perché incinte, e le penalizzazioni per gli agenti malati e quindi impossibilitati a stare agli incroci, a tutto vantaggio di quelli che operano all'interno degli uffici. Trattamenti privilegiati e contestati. Ecco Nadia Spallitta, vicepresidente vicario del Consiglio comunale: “Analizzando i criteri indicati nel bando pubblicato dalla vecchia amministrazione emerge l'ampia discrezionalità che ha caratterizzato l'attribuzione di punteggi ai diversi candidati alla progressione, il disconoscimento di ogni valore all'esperienza e all'anzianità di servizio, il particolare rilievo dato a schede di valutazione, ampiamente discrezionali, e inoltre il riconoscimento di un maggior punteggio a soggetti titolari di incarichi per lo più fiduciari. Il tutto, parrebbe, in assenza di specifici verbali di valutazione dei singoli candidati, con buona pace dei princìpi di imparzialità e trasparenza, che devono invece disciplinare la materia concorsuale. Sono sicura – spiega – che questa ingiusta situazione verrà presto affrontata e risolta, in modo da garantire imparzialità, trasparenza e buon andamento all'azione amministrativa, e ritengo che il provvedimento più opportuno da adottare”.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Auto nuove, prezzi sino a +24% rispetto al listino negli USA

Trasporto auto elettriche: servono navi speciali “antincendio”

Auto nuove: i sistemi di sicurezza fondamentali per Global NCAP