Nuove regole di accesso alla ztl di Firenze

Cambiano le regole di accesso in ztl per la città di Firenze, artigiane, autorimesse commerciali e minicar protagoniste

6 dicembre 2011 - 9:30

Da dicembre 2011 (si parla del giorno 19) scatteranno a Firenze le nuove regole di accesso alle aree ztl, in particolare per gli artigiani, gli abbonati delle autorimesse in centro. i motocarri, quadricicli e i ciclomotori a tre e quattro ruote nonché i veicoli elettrici adibiti al trasporto merci che prima delle nuove regole potevanocircolare liberamente nel centro storico. 

ARTIGIANI E RIPARAZIONI D'URGENZA – Addio telepass: gli artigiani adesso possono richiedere l'autorizzazione ad accedere alle aree in ztl semplicemente inviando un sms nel quale devono riportare la targa del veicolo, la destinazione e il motivo dell'intervento. All'invio dell'sms , entro due ore, segue un sms di risposta e viene scalato un euro dalla tessera elettronica a cui il numero di telefono è collegato. Per attivare la tessera è necessario recarsi presso la Sas (Servizi alla Strada S.p.A.). Una volta che il veicolo è stato ammesso all'interno dell'area ztl non ci sono vincoli temporali per il transito, finché il veicolo non esce dalla zona a traffico limitato. In questa caso, l'artigiano ha a disposizione ancora due ore per rientrare e circolare liberamente. Nel caso in cui l'artigiano dovesse aver necessità di entrare in ztl per diversi interventi, non è necessario inviare un sms per ogni intervento. Si può infatti inviare la lista degli interventi completa di indirizzi tramite fax o email (i riferimenti corretti non sono ancora stati comunicati) e successivamente un unico sms. A chi non dovesse riuscire ad inviare la lista in tempo, è concesso esporre sul parabrezza un'autocertificazione, accanto al contrassegno, con l'indirizzo e il motivo dell'intervento.

CLIENTI DI AUTORIMESSE UBICATE NELLA ZTL – Sono state previste nuove regole anche per gli automobilisti diretti ad un'autorimessa commerciale in zona ztl. In questo caso la procedura prevede che il gestore del garage debba inserire la targa del veicolo in una “lista bianca”. Coloro che hanno un abbonamento con un garage commerciale in ztl potranno versare alla Sas 60 euro, per gli abbonamenti semestrali, e 120 euro, per quelli annuali e avranno diritto alla registrazione di un massimo di due targhe abbinate a uno stesso proprietario o a un componente del nucleo familiare. Si ricorda che il telepass non sarà più funzionante a partire dal 1° gennaio 2012. 

NON PIÙ ESENTATI – Cambiano le regole anche per motocarri, quadricicli, ciclomotori a tre e quattro ruote (tipo Ape e minicar) che fino al 30 novembre potevano circolare liberamente nelle aree ztl. L'accesso sarà gestito secondo le caratteristiche del proprietario e secondo le regole sopra descritte relative ai residenti (senza limite), artigiani e trasportatori di merce, che dovranno comunque recarsi alla Sas per richiedere il permesso. I veicoli elettrici destinati al trasporto merci e di proprietà di artigiani potranno circolare senza limitazioni di orario. 

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Toyota Aygo X Cross: sistemi di assistenza lenti nel test dell’alce

Kia Polonia: cartello su auto nuove, l’accusa dell’Antitrust

Incendi veicoli elettrici a Londra: +300% nel 2021