In prevendita la nuova Volkswagen CC

Annunciati i prezzi e le dotazioni di questa berlina-coupè infarcita di dispositivi di sicurezza

27 gennaio 2012 - 8:00

Dopo aver rinnovato lo scorso anno la Passat berlina e Station Wagon (che Volkswagen chiama Variant), i tedeschi hanno deciso di mettere mano alla versione CC che in poco più di tre anni è stata venduta in 320 mila esemplari.

COSA CAMBIA – Innanzitutto il nome: non più Passat CC ma più semplicemente CC. Cambia poi il design: ristilizzati il frontale (con fari bixeno), e il posteriore (con luci a LED), che così conferiscono un aspetto più elegante e dinamico alla vettura, rendendo il design della nuova CC più coerente con l’intera gamma delle odierne Volkswagen.

MOTORI – Tutti a iniezione diretta: il Diesel da 2 litri, dotato di start&stop e del sistema di recupero dell’energia in frenata, è declinato in tre versoni: due TDI da 140 e 170 CV (disponibili entrambe con cambio DSG e trazione integrale 4motion) e una versione BlueTDI sempre da 140 CV, conforme alla normativa Euro 6 in vigore dall’autunno 2014. Tre le motorizzazioni benzina, tutte dotate di sistema di recupero dell’energia in frenata, con potenze di 160 CV (1.8 TSI disponibile anche con dsg), 210 CV (2.0 TSI) e 300 CV (3.6 FSI che avrà di serie il cambio DSG e la trazione integrale 4motion).

SICUREZZA – Oltre ai già citati fari bixeno, molto interessante è il sistema di riconoscimento della stanchezza del guidatore: una volta rilevata una condizione di stanchezza il sistema richiama l’attenzione del guidatore con un segnale acustico della durata di cinque secondi e con un messaggio sulla strumentazione che sottolinea la necessità di fare una pausa (anche se non bisogna affidarsi solo a questi dispositivi). Se nei 15 minuti successivi il guidatore non effettua pause, l’avviso viene ripetuto. Disponibili a richiesta il Side Assist Plus con Lane Assist (che segnala la presenza di veicoli nell’angolo cieco del retrovisore e supporta il guidatore mediante interventi sullo sterzo), il Dynamic Light Assist (sistema di gestione automatica degli abbaglianti) e il riconoscimento della segnaletica stradale basato su telecamera (qui trovate il test ADAC sull'efficacia di questo dispositivo). Non mancano ovviamente ABS e ESP.

PREZZI – Disponibile in un unico allestimento, ma con una grande possibilità di personalizzazione, sarà acquistabile dal 10 marzo a partire da 31.400 € per il 1.8 TSI e a partire da 34.200 € per il 2.0 TDI da 140 CV. Chi volesse potrà ordinarla in prevendita già dal 24 gennaio.

di Pietro Cristino

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Cupra Born elettrica al top nelle prove di Green NCAP

Sciopero 10 ottobre 2022

Sciopero 10 ottobre 2022 trasporto pubblico: orari e fasce garantite

Giovani al volante: perché non rispettano le regole?