Nuova targa ciclomotori: c'è tempo fino al 13 febbraio

Entro quella data, chi non l'ha ancora fatto dovrà procedere a reimmatricolare il suo motociclo ancora dotato della vecchia targa poligonale

19 gennaio 2012 - 9:00

C'è un scadenza che attende tutti i proprietari di ciclomotori ancora dotati della vecchia targa (il cosidddetto “targhino”), cioè quella di forma poligonale che riporta una sequenza di cinque caratteri alfanumerici, due sulla prima riga e tre sulla seconda.

ENTRO IL 13 FEBBRAIO – La scadenza è il prossimo 13 febbario, data entro la quale chi ha un veicolo con “targhino” dovrà reimmatricolarlo e dotarlo della nuova targa prevista dall'art. 97 del Codice della Strada (di forma quadrata e con sei caratteri alfanumerici, tre per ciascuna riga) e del certificato di circolazione. Quindi, non si tratta di una scadenza ravvicinata, ma è bene pensarci in tempo, soprattutto perché le sanzioni per chi non si adegua, che scatteranno dopo la data del termine ultimo per la rimmatricolazione, sono piuttosto salate: vanno da 389 a 1.559 euro. Le istruzioni dettagliate per la pratica di reimmatricolazioni le trovate qui.

PER I NOSTALGICI… – Dall'obbligo sono esentati unicamente i ciclomotori immatricolati dopo il 14 luglio 2006. La legge prevede inoltre che chi è interessato per motivi affettivi a conservare il vecchio certificato di idoneità del ciclomotore reimmatricolato e ritargato possa farlo: dopo la reimmatricolazione, gli uffici della Motorizzazione Civile sono tenuti a restituire a richiesta il documento, ovviamente annullato. Dopo quello che ha introdotto il nuovo patentino per chi guida i ciclomotori, quello della reimmatricolazione è l'ultimo che ha rivoluzionato il mondo delle due ruote.

2 commenti

Nicola
21:40, 25 gennaio 2012

Salve,
quindi, se ho ben capito, se possiedo un ciclomotore immatricolato dopo luglio 2006 nom occorreche lo faccia immatricolare di nuovo?
Grazie

vincenzo
12:20, 2 febbraio 2012

vorrei sapere cosa devo fare avendo un ciclomotore fermo senza assicurazione ?

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Audi: le batterie esauste eviteranno i blackout da auto elettriche

Dissuasori di velocità intelligenti: parte la sperimentazione

FCA e Renault: da Torino la proposta di una partnership al 50%